Rissa con spranga in strada. Pianoro, traffico bloccato

Due gruppi rivali di stranieri si sono picchiati in mezzo a via Nazionale. Non si esclude un regolamento di conti. Un video immortala la violenza.

Rissa con spranga in strada. Pianoro, traffico bloccato

Rissa con spranga in strada. Pianoro, traffico bloccato

Serata di ordinaria follia quella di sabato sera, verso le 19, sulla trafficatissima via Nazionale a Pianoro. All’altezza della zona industriale del Comune infatti un gruppo di stranieri, per lo più di nazionalità tunisina e albanese, tutti di età compresa tra i 25 e i 40 anni e già noti alle forze dell’ordine, si è reso protagonista di una violentissima rissa in mezzo alla strada.

I motivi sono ancora sconosciuti e al vaglio degli inquirenti; quel che è certo è che tutto è iniziato quando uno dei litiganti, un trentenne accompagnato da due amici, ha impugnato una spranga di ferro che aveva con sé e ha iniziato a colpire con violenza alla testa un coetaneo, che si trovava in zona con alcuni amici. Da lì è nata una violentissima colluttazione che ha coinvolto tutti i membri delle due ’fazioni’ rivali.

A chiamare i carabinieri di Pianoro, prontamente intervenuti con due pattuglie, sono stati gli automobilisti che hanno assistito alla scena.

Mentre due dei responsabili sono riusciti a fuggire, le altre persone coinvolte sono state identificate dai militari dell’Arma. Le indagini sono tuttora in corso, ma non si esclude che i due gruppi si fossero dati appuntamento lì proprio per regolare alcuni conti in sospeso, magari legati a faccende di microcriminalità.Quando gli accertamenti saranno conclusi, con tutta probabilità gli autori del parapiglia verranno denunciati per i reati di rissa aggravata e porto di armi o oggetti atti ad offendere.

I militari stanno inoltre vagliando con attenzione anche un video che qualcuno ha girato della rissa in corso e che è stato pubblicato sui social network, compreso alcuni gruppi online legati al territorio di Pianoro.

Il trentenne vittima delle sprangate ha riportato profonde lesioni al capo ed è stato portato d’urgenza in ospedale per le cure del caso. Non è comunque in gravi condizioni.

Zoe Pederzini