Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
28 mag 2022

Ritorna dopo due anni di stop la ‘Camminata sotto le stelle’

Il 9 giugno l’iniziativa a scopo benefico con partenza da Dozza in direzione di Monte del Re

28 mag 2022
Nell’immagine di repertorio, una delle scorse edizioni della Camminata di Dozza
Nell’immagine di repertorio, una delle scorse edizioni della Camminata di Dozza
Nell’immagine di repertorio, una delle scorse edizioni della Camminata di Dozza
Nell’immagine di repertorio, una delle scorse edizioni della Camminata di Dozza
Nell’immagine di repertorio, una delle scorse edizioni della Camminata di Dozza
Nell’immagine di repertorio, una delle scorse edizioni della Camminata di Dozza

Il 9 giugno tornerà a Dozza la ‘Camminata Sotto le Stelle’, appuntamento non agonistico ma con una preziosa finalità benefica, organizzata da Rina e le sue amiche.

Una sesta edizione, la prima post pandemia, come sempre aperta a tutti e con ritrovo fissato in piazza Zotti alle 19.30. Partenza, torce alla mano, un’ora più tardi per raggiungere via Monte del Re e la splendida cavedagna tra gli ulivi che riporterà poi la comitiva in direzione del locale Via Vai per un piccolo ristoro. Una sosta con il naso all’insù per guardare le stelle ed ascoltare la musica di Sonia Davis.

Una passeggiata notturna dal cuore grande, perché il ricavato dell’annessa raccolta fondi contribuirà all’acquisto di un elettrobisturi da donare al reparto di chirurgia ginecologica dell’Ausl di Imola.

"Dopo la consegna di un cistoscopio del valore di 6mila euro nel febbraio 2020, obiettivo targato ‘Stradozza’ e ‘Camminata Sotto le Stelle’, è arrivata la pandemia che ha stoppato tutte le nostre iniziative – spiega la promotrice Rina Sperindio –. Quello che abbiamo vissuto rende ancora più significativo l’evento del 9 giugno. Un modo per riprendere i fili di una nuova normalità e tornare a stare insieme, anche fisicamente".

Senza dimenticare quei preziosi accorgimenti che permettono di vivere l’esperienza in completa sicurezza. "Ricominciare a divertirsi, fare attività fisica e pensare al proprio benessere – continua l’organizzatrice –. Poi c’è l’obiettivo di acquistare un elettrobisturi, uno strumento del valore di oltre 12mila euro, per i reparti di ginecologia ed ostetricia dell’Ausl". Un traguardo ambizioso alimentato dalla generosità dei partecipanti: "Abbiamo sempre convogliato i fondi raccolti nell’acquisto di attrezzature necessarie per la salute delle donne – conclude la Sperindio –. Adesso desideriamo anche ringraziare le operatrici e gli operatori sanitari per l’impegno in prima linea durante la lunga battaglia contro il virus".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?