ALICE PAVAROTTI
Cronaca

Rivoluzione tecnologica: "L’occupazione cambia"

L’ex ministro Patrizio Bianchi insieme con l’arcivescovo Matteo Zuppi all’incontro organizzato dalla Federazione nazionale Maestri del lavoro.

Rivoluzione tecnologica: "L’occupazione cambia"

Rivoluzione tecnologica: "L’occupazione cambia"

Riflettere sulla rivoluzione in corso nel mondo del lavoro, sull’impatto dell’intelligenza artificiale e sul futuro dell’occupazione: sono stati questi i temi principali trattati al convegno regionale ‘Un nuovo umanesimo del lavoro’, organizzato dal Consolato Regionale dell’Emilia-Romagna e dalla Federazione Nazionale Maestri del lavoro, che ha visto la partecipazione di ospiti illustri quali il Cardinale Matteo Maria Zuppi, il Professore Patrizio Bianchi e la Professoressa Luisa Corazza.

"Il lavoro cambia nel tempo, e ne cambia la percezione delle nuove generazioni: non è più visto solo come mezzo di garanzia delle condizioni materiali di sopravvivenza, ma come strumento di crescita personale senza che nessuno rimanga indietro", ha spiegato Patrizio Bianchi, che oltre ad avere una Cattedra Unesco per ‘l’educazione, la crescita e l’eguaglianza’, di recente è anche diventato il rappresentante della Rete delle Cattedre Unesco Italiane. Questo concetto si intreccia con la nuova sfida del futuro: combinare il lavoro dell’uomo e le innovazioni tecnologiche, tra cui l’intelligenza artificiale.

Il convegno verteva proprio sulla necessità di rimettere al centro dell’attività e del processo produttivo l’uomo, che rischia di perdere il ruolo centrale che ha sempre avuto. Le tecnologie e le innovazioni sono dunque da utilizzare come mezzo di supporto al lavoro dell’uomo, e non come sostituto. "Spesso si parla di tecnologie e le si associa immediatamente a una riduzione dell’occupazione : io su questo tema invece sono ottimista" ha commentato Luisa Corazza, professoressa di Diritto del lavoro all’università del Molise, "l’uomo continuerà sempre ad essere al centro del mercato del lavoro, anche se cambieranno le modalità di formazione".

E proprio la formazione nelle scuole è un altro tema centrale per la Fondazione dei Maestri del Lavoro: moltissimi di loro fanno servizio di testimonianza formativa nelle scuole, sia negli istituti superiori sia nelle scuole medie ed elementari.