Bologna: rubano la bici a un 13enne, colletta della polizia per ricomprargliela

Il mezzo, comprato con parecchi sacrifici dalla famiglia, serviva all’adolescente per dare una mano ai genitori affetti da grave disabilità, a svolgere commissioni e fare la spesa

Bologna, rubano la bici a un 13enne, la polizia glielo ricompra. Gli serviva per dare una mano ai genitori entrambi disabili (Foto da Facebook)

Bologna, rubano la bici a un 13enne, la polizia glielo ricompra. Gli serviva per dare una mano ai genitori entrambi disabili (Foto da Facebook)

Bologna, 14 giugno 2024 – Utilizzava la bici per dare una mano ai genitori, entrambi affetti da grave disabilità, svolgendo commissioni e facendo la spesa. 

Un tredicenne si è ritrovato così senza il prezioso mezzo, comprato dalla sua famiglia con parecchi sacrifici. Martedì mattina, mentre era in un supermercato in zona Barca, a Bologna, due ladri gliel’hanno rubato.

Ma nel giro di qualche giorno Anouar, questo il nome del ragazzino, ha avuto una nuova bici, acquistata con una colletta dai poliziotti del commissariato Santa Viola. Una storia a lieto fine, raccontata dalla stessa Questura di Bologna.

Dopo il furto, infatti, il ragazzino ha avvisato la polizia che ha avviato ricerche in zona, purtroppo con esito negativo.

L'indomani gli agenti sono andati a casa del giovane per raccogliere la denuncia, dato che le condizioni di salute dei genitori non consentivano loro di recarsi in commissariato.

Analizzando le immagini della videosorveglianza del supermercato, è stato poi accertato che a rubare la bici erano stati altri due ragazzini minorenni che, nonostante le ricerche non sono stati rintracciati.

I poliziotti del commissariato hanno così deciso di fare una colletta per raccogliere il denaro necessario ad acquistare una nuova bicicletta da donare ad Anouar e in pochi giorni, con l'aiuto del negozio Malini Cicli di Casalecchio di Reno che ha collaborato, sono riusciti a comprarla.

E proprio questa mattina è stata svelata la sorpresa al giovane: il tredicenne è stato infatti invitato in commissariato, con la scusa di fornire qualche indicazione in più per le indagini. In realtà è stato però accolto dal personale che gli ha consegnato una bici nuova di zecca, tra la gioia e lo stupore del ragazzo.