Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
16 giu 2022

Rumore da movida a Bologna, ecco la mappa. Il Comune è pronto a intervenire

Nel mirino le aree più critiche, dal cuore della zona universitaria fino a piazza San Francesco e Pratello. Saranno ‘censite’ le persone più esposte e poi sarà messo in campo un piano d’azione specifico

16 giu 2022
federica orlandi
Cronaca
Notte di ’ordinaria follia’ in via Petroni. In alto a destra, Matilde Madrid
Notte di ’ordinaria follia’ in via Petroni
Notte di ’ordinaria follia’ in via Petroni. In alto a destra, Matilde Madrid
Notte di ’ordinaria follia’ in via Petroni

Bologna, 16 giugno 2022 - Piazza Verdi, via Petroni, piazza San Francesco, via delle Moline e tutte le altre: le zone ’rosse’ del caos in centro storico saranno mappate e, da lì, il Comune scenderà in campo con un piano di azione mirato a ridurre il numero di persone esposte a eccessivi livelli di rumore. Lo annuncia il Capo di gabinetto Matilde Madrid, che martedì pomeriggio ha incontrato i rappresentati dei comitati cittadini per l’ormai consueto e periodico punto sulla situazione (a tutto tondo, non solo per quanto riguarda le questioni acustiche) in centro. In quest’occasione , è stato confermato quanto già anticipato qualche mese fa: la prossima settimana arriverà in giunta la proposta di un documento di mappatura strategica acustica. Si tratta di una verifica che l’amministrazione è tenuta a fare, in conformità a direttive europee e alla legge sull’inquinamento acustico da fonti di natura infrastrutturale; ma la particolarità, come specifica la stessa Madrid, è la "scelta di inserire un capitolo a cui non siamo tenuti, in cui facciamo anche la mappatura di quante persone sono esposte a eccessivi livelli di rumore nel nostro centro stori co". Non solo: la direttiva vuole che dopo la mappatura l’amministrazione adotti un piano d’azione mirato per ridurre i livelli di rumore dove sono insostenibili per i cittadini. Insomma, un modo per affrontare la movida "in maniera strutturale – sottolinea Madrid –, non inseguendo caso per caso le singole problematiche, ma agendo considerando il nostro centro come un organismo unitario". Quindi il nuovo strumento non servirà a sanzionare le singole irregolarità, ma al contrario a individuare scelte strategiche per affrontare il problema nel suo insieme. Per esempio affrontando con maggiore consapevolezza, dati alla mano, questioni su cui si è già al lavoro, come il percorso sull’economia della notte della vicesindaca Emily Clancy, o le ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?