Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Bologna, scatena il panico in San Petronio. “Sono il messaggero del Signore”

Inveisce contro i presenti, indispettito per l’uso dei cellulari e l’abbigliamento ritenuto inadatto 

Ultimo aggiornamento il 12 settembre 2018 alle 14:41
Bologna, panico in San Petronio: intervengono i carabinieri

Bologna, 12 settembre 2018 – “Sono il messaggero del Signore”. Si è definito così il 31enne albanese che ieri, intorno alle 19, ha scatenato il panico nella basilica di San Petronio.

Dopo aver superato i controlli dei militari, l’uomo ha cominciato a urlare frasi nella sua lingua, inveendo contro i presenti. Tra i turisti in visita nella chiesa e la folla di piazza Maggiore si è generata una certa confusione. Tanto che i carabinieri di Bologna Indipendenza sono subito intervenuti. Hanno bloccato e portato il 31enne fuori dal luogo di culto. Intanto, è sopraggiunta una pattuglia del Nucleo Radiomobile, che, dopo il trasferimento dell’esagitato negli uffici di via Galliera, lo ha identificato.

Si tratta di una persona affetta da disturbi psichici. Ha raccontato ai militari di aver espresso il suo disappunto per l’uso dei cellulari e l’abbigliamento dei presenti, ritenuti poco consoni ad una chiesa. Al termine delle verifiche, su disposizione della Procura della Repubblica, l’uomo è stato rimesso in libertà e affidato alle cure dei sanitari.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.