Il nuovo reparto Covid al padiglione 25 (Foto: Paolo Righi)
Il nuovo reparto Covid al padiglione 25 (Foto: Paolo Righi)

Bologna, 17 ottobre 2020 - Grandi manovre al padiglione 25 del Policlinico Sant’Orsola dove si sta allestendo un’altra terapia intensiva Covid. Infermieri, oss, medici sono tutti al lavoro per organizzare e programmare: caricare gli scaffali dei farmaci, portare le siringhe a pompa, allestire i carrelli dell’emergenza, tarare gli ultimi dispositivi elettronici.

Leggi ancheImpennata di casi covid a Bologna: contagi anche sui bus - Covid, Bonaccini: "Dad o orari differenziati" - La situazione in Emilia Romagna - Nuovo Dpcm: tutte le ipotesi

Realizzata all’inizio di questa estate per fare fronte all’eventuale aumento dei contagi, questa terapia intensiva è dotata di 14 posti letto super tecnologici che si aggiungono ai 23 già attivi al padiglione 25, il Covid Hospital all’interno del policlinico di via Massarenti.

Questa terapia intensiva, oggi ancora vuota, fa parte del Covid Intensive Care: rete di terapie intensive presenti su tutto il territorio e sempre utilizzabile, voluta dalla Regione per assistere pazienti che si sono ammalati o si potrebbero ammalare di Cortonavirus.
Con questa nuova dotazione, tra degenze ordinarie, terapie intensive e reparti per sospetti salgono a 78 i posti letto dedicati ai pazienti Covid all’interno del Policlinico di Sant’Orsola estendibili fino a 117.

"Un impegno importante pensato per potere tenere il più possibile il Covid furi dagli altri padiglioni e consentire all’Ospedale di continuare a svolgere la propria attività ordinaria per curare in sicurezza anche tutte le altre malattie. Interrompere l’attività ordinaria del Policlinico è un brutto film che non vogliamo rivedere - scrive su Facebook l’ospedale -. Noi ce la mettiamo tutta ma possiamo riuscirci solo se ognuno fa la propria parte per cui indossa la mascherina sempre; igienizza le mani; mantieni la distanza di sicurezza; evita assembramenti e scarica l’app Immuni".