Gabriele Mimmi
Gabriele Mimmi

 

Un tardo pomeriggio devastante, quello di ieri, per la comunità di Pianoro. Un papà di 26 anni, Gabriele Mimmi, soccorritore del 118, è morto in seguito di un terribile incidente stradale avvenuto sulla via Nazionale, la sp65 della Futa, all’altezza di via del Sassetto.

Gabriele Mimmi morto nell'incidente a Pianoro. In mille al funerale: "Addio gigante buono"

Incidente a Pianoro: moto contro auto, muore 26enne 

Erano quasi le 19 quando la motocicletta su cui viaggiava Mimmi, che procedeva in direzione Bologna, si è scontrata con una Mercedes, guidata da un 72enne del luogo, che stava uscendo da un’azienda e si stava immettendo sulla carreggiata in direzione opposta, ovvero Pianoro Vecchia. Le cause dello scontro sono ancora al vaglio della polizia municipale, che sta facendo i rilievi di prassi. Quello che è certo è che l’impatto tra la moto e l’auto è stato frontale e violentissimo, tanto che il mezzo di Mimmi è stato scaraventato nei cespugli dal lato opposto della carreggiata. Pare che la moto sia sopraggiunta all’improvviso e che il 72enne non abbia fatto in tempo ad accorgersene. La dinamica è comunque ancora tutta da chiarire. Sul posto, oltre ai vigili, sono prontamente sopraggiunti i vigili del fuoco, che hanno la caserma poco distante dal luogo dello schianto, i carabinieri della stazione di Pianoro e vari mezzi del 118. I colleghi del ferito, sconvolti, hanno trasportato il giovane in codice di massima gravità, con un politrauma, all’ospedale Maggiore. Mimmi, però, non ce l’ha fatta e poco dopo l’arrivo al pronto soccorso è deceduto. La comunità di Pianoro è rimasta letteralmente sgomenta non appena la notizia si è diffusa. Mimmi, infatti, giovanissimo figlio dello storico gommista della zona, si era fatto amare da tutta la cittadinanza. Il 26enne ha sempre avuto una spiccata propensione ad aiutare gli altri e chiunque fosse in difficoltà.

Sin da ragazzo ha iniziato a prestare servizio, come volontario, nel mondo della Pubblica Assistenza, prima a Sasso Marconi, poi a Pianoro, dove operava tuttora, e anche come infermiere alla Centrale Operativa 118 Emilia Est. Mimmi era sposato da poco e lascia una bambina piccolissima. Si tratta, purtroppo, dell’ennesimo incidente grave, mortale, sulla Sp65 della Futa, dall’autunno passata ad Anas. Lunga è stata la battaglia di residenti e amministrazioni comunali di Pianoro, Loiano e Monghidoro per scongiurare queste tragedie. Dopo anni di richieste, infatti, sono stati da poco installati i quattro velox fissi sulla Futa, di cui uno è proprio in territorio di Pianoro. L’inaugurazione ufficiale dei dispositivi, tanto attesi, è prevista a breve.

Zoe Pederzini