La polizia usa gli idranti in piazza Cavour (Schicchi)
La polizia usa gli idranti in piazza Cavour (Schicchi)

Bologna, 17 febbraio 2018 – Sono 4 i poliziotti feriti negli scontri che ieri hanno messo a ferro e fuoco quello che avrebbe dovuto essere un tranquillo venerdì di shopping bolognese (FOTO). Hanno tutti riportato prognosi lievi, tra i 2 e i 10 giorni, e tre di loro sono in servizio nel reparto Mobile della polizia di Padova (una delle tante città del nod Italia da cui sono arrivati rinforzi in vista dell'appuntamento elettorale di Forza Nuova e della contromanifestazione indetta dai centri sociali): uno ha riportato un trauma a un gomito (10 giorni di prognosi), altri due, raggiunti bombe carta, hanno avuto lesioni guaribili in meno di una settimana. In quarto, invece, è in servizio alla Digos di Bologna ed è rimasto contuso nella prima scaramuccia, a fine mattina, in piazza Galvani.

image

Ci sono poi i due agenti della polizia municipale che erano rimasti feriti (uno gravemente, visto che ha riportato la frattura del malleolo) durante il blitz del collettivo Hobo in consiglio comunale che tanto ha fatto arrabbiare Virginio Merola (VIDEO). Il sindaco ha ribadito anche oggi che per loro, così come per gli esponenti di ultradestra che hanno fatto il saluto romano, scatteranno le denunce del Comune. “Hanno vinto il senso e l'ordine democratici. C'è stato un copione annunciato che hanno voluto seguire, ma non c'era da fare 'vincitori e vinti' - ha sottolineato il sindaco - c'era da rispettare le regole di un paese democratico e sono state fatte rispettare”.

Tra i manifestanti, il conto dei feriti dalle manganellate è fermo a 6, così come 2 sono i denunciati per manifestazione non autorizzata e lancio di oggetti pericolosi. Sono un ragazzo di 22 anni di Castel San Pietro, nel Bolognese, e uno di 25 di Trento. Entrambi non risultano avere precedenti. Ma le indagini, ovviamente, proseguono per individuare chi abbia lanciato le bombe carte e le bottiglie contro le forze dell'ordine, soprattutto nel momento di maggiore tensione in via Farini, quando sono stati accesi gli idranti (VIDEO) per disperdere il corteo che stava per arrivare in contatto con i circa venti esponenti di Forza Nuova.

image

“Voglio esprimere solidarietà alle forze dell'ordine: credo sia veramente inaccettabile che poche decine di persone, usando come alibi l'antifascismo che è valore fondativo della nostra Costituzione colpiscano aggrediscano, lancino bombe carta costituzionale”, ha scandito il premier Paolo Gentiloni, a Bologna per un incontro elettorale nel quale ha incassato l'endorsement di Romano Prodi.