Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
20 mag 2022

"Siamo civici, ci occupiamo delle persone"

Intervista al sindaco Maurizio Mazzanti, che corre per il secondo mandato: "Avvicineremo le frazioni al capoluogo con le infrastrutture"

20 mag 2022
Il sindaco uscente di Budrio Maurizio Mazzanti corre per il secondo mandato
Il sindaco uscente di Budrio Maurizio Mazzanti corre per il secondo mandato
Il sindaco uscente di Budrio Maurizio Mazzanti corre per il secondo mandato
Il sindaco uscente di Budrio Maurizio Mazzanti corre per il secondo mandato
Il sindaco uscente di Budrio Maurizio Mazzanti corre per il secondo mandato
Il sindaco uscente di Budrio Maurizio Mazzanti corre per il secondo mandato

"Intendiamo affrontare con tutti cittadini di Budrio questa sfida continuando con una caratterizzazione civica del nostro operato, ponendo la principale attenzione alle persone, ai loro bisogni, e alle loro esigenze". Queste le parole del sindaco di Budrio Maurizio Mazzanti (nella foto) per definire la sua corsa al secondo mandato.

Avete individuato sei macro aree per il programma di mandato. La prima, Budrio Vicina, riguarda le frazioni.

"Esatto. Vogliamo avvicinarle fisicamente con nuove infrastrutture come piste ciclabili, vogliamo fare un’accurata manutenzione delle bellezze culturali di queste, quale Villa Rusconi, vogliamo renderle sicure con un defibrillatore per ogni frazione e digitalizzarle per dare più servizi".

Parlando, invece, di Budrio Attenta, un altro punto, cosa intende?

"Intendo promuovere patti educativi di comunità per incentivare la partecipazione dei cittadini e dei giovani alla vita di paese attivando anche un Istituto Tecnico Superiore sul territorio e una scuola teatro per ragazzi. Vorrei potenziare luoghi ricreativi e avviare un progetto pilota di co-Housing per anziani autosufficienti".

A questo si lega inevitabilmente Budrio Si Cura.

"Questo punto riguarda la creazione di un percorso pedonale lungo il torrente Idice, l’attivazione dell’importante contratto di fiume per valorizzarlo, la riqualificazione più in generale dell’arredo urbano e della pavimentazione del centro storico, la ricollocazione del magazzino comunale e un’attivazione di patti di comunità per la gestione e manutenzione del patrimonio pubblico di concerto con aziende e cittadini del paese".

Due aree del suo programma riguardano lo sport e la cultura.

"Sì, si tratta di Budrio Piace e Budrio si Muove. Intendo rilanciare il festival della celebre Ocarina di Budrio e promuovere sinergie con le attività di ExtraBo. Vorrei creare un unico polo museale e promuovere l’attivazione di eventi culturali innovativi. Per quanto riguarda lo sport e i giovani realizzeremo un Percorso Vita al parco Giovanni XXIII e vogliamo rigenerare, tra le altre cose, l’area sportiva di Vedrana".

Ultimo, ma non per importanza, Budrio Produce per le attività produttive.

"Creeremo un Osservatorio per lo sviluppo Territoriale e rilanceremo quello sull’agricoltura, promuovendo la messa in rete dei commercianti e una riqualificazione della zona industriale di Cento".

Lei si presenta con un profilo civico ma, anche se senza il simbolo ufficiale in lista, ha il sostegno di Fratelli d’Italia.

"FI ha fatto lista con la Lega e FdI non si è presentata. Come alle prime elezioni, la mia è una lista civica che prende voti a sinistra e a destra, ma senza accordi con partiti. Se mi votano perché si riconoscono nei miei valori e nel programma bene così".

Zoe Pederzini

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?