ANDREA BONZI
Cronaca

Il Resto di Bologna: la storia dei Giardini Margherita

Lo sapevate che i ‘grilli’ dei Giardini Margherita si guidano e non friniscono? E che d’inverno sul laghetto, fino agli anni Quaranta, si poteva pattinare sul ghiaccio? E ancora che, nel 1988, un...

I Giardini Margherita di Bologna

I Giardini Margherita di Bologna

Bologna, 20 febbraio 2024 – Lo sapevate che i ‘grilli’ dei Giardini Margherita si guidano e non friniscono? E che d’inverno sul laghetto, fino agli anni Quaranta, si poteva pattinare sul ghiaccio? E ancora che, nel 1988, un elicottero con papa Giovanni II atterrò all’interno del polmone verde bolognese? Queste e altre curiosità sui Giardini intitolati alla regina Margherita sono al centro della puntata odierna de ‘il Resto di Bologna’, il podcast gratuito della nostra redazione locale, che racconta fatti e personaggi legati al capoluogo.

Il podcast si può ascoltare qui oppure sulle principali piattaforme audio come Spotify, Apple e Google Podcasts. Scoprirete così che i Giardini Margherita – i Zàrden Margheretta , in dialetto bolognese – principale parco pubblico della città, fra Porta Santo Stefano e Porta Castiglione, aprirono i battenti il 6 luglio 1879. Il progetto era del conte Ernesto Balbo Bertone di Sambuy, che aveva già operato anche al parco del Valentino a Torino. La spesa totale – tra terreno e allestimento – superava le 300mila lire di allora. Ispirandosi al giardino all’inglese o romantico, Sambuy decise di dare un forte impatto visivo utilizzando specie autoctone dove predominano tigli, querce, tassi, cedri, platani, pini e ippocastani. Tra le curiosità, appunto, i ‘grilli’, piccole biciclette a tre ruote con manubrio che fecero capolino nel 1951: riuscivano a correre a ‘ben’ 5 chilometri orari. In passato, poi, vennero ospitati in gabbia diversi animali, tra cui daini e una coppia di leoni: questo piccolo ‘zoo’ fu dismesso dopo un piccolo incidente con un bambino, fortunatamente senza conseguenze e, negli anni Settanta, i leoni furono mandati in un’oasi felina adeguata.