La tabaccheria dove è avvenuta la vincita
La tabaccheria dove è avvenuta la vincita

Castello d'Argile (Bologna), 25 aprile 2019 - La dea bendata si è fermata di nuovo all’edicola - tabaccheria di Davide Galli a Castello d’Argile. Nell’estrazione di Pasqua una donna di 50 anni con due figli, residente in paese, ha vinto 100mila euro, grazie ai numeri di serie di una schedina fortunata del Superenalotto.

La tabaccheria – edicola è la stessa dove nel 2002 un gruppo di persone con un sistema integrale da 252 euro, sempre con il Superenalotto, vinse 30 milioni di euro. Si parla evidentemente di vincite molto diverse, ma ancora una volta la dea bendata ha baciato una residente del paese, che Galli conosce molto bene.

«E’ una signora molto gentile, che ha due figli – sottolinea –. Sono contento che si sia portata a casa 100mila euro. Anche stavolta la schedina è stata fatta dal sottoscritto». La tabaccheria superfortunata è all’angolo di un palazzone padano della piazza di Castello D’Argile.

Il bar, il Comune e la parrocchia, tutto concentrato in pochi metri. Lì dentro, nella tabaccheria di Davide Galli la gente si ritrova soltanto per fare due chiacchiere. «Stavolta abbiamo festeggiato per la vincita di Pasqua – prosegue –. Speriamo che la prossima giocata sia ancora milionaria come quella del 2002. Oltre alla nostra tabaccheria, anche l’intero paese visse, grazie alla vincita da 30 milioni, un momento di notorietà».

I 100mila euro sono andati a chi ne ha bisogno per la propria famiglia: «Già, parliamo di una famiglia normale, non di gente ricca», conclude Galli.