Quotidiano Nazionale logo
6 dic 2021

Tentato omicidio a Bologna: accoltella un uomo alla carotide e fugge. Fermato

Lite durante un pranzo tra quattro moldavi: la vittima, operata, è in terapia intensiva mentre l'aggressore preso mentre stava per lasciare la città in treno

francesco zuppiroli
Cronaca
featured image
Squadra Mobile, foto generica

Budrio (Bologna), 6 dicembre 2021 - Un fendente solo, all’altezza del collo, che al culmine di una lite per futili motivi ha ridotto in fin di vita un moldavo di 45 anni, recidendogli la carotide. È successo il 20 novembre scorso a Budrio, dove durante un pranzo, quattro moldavi si sono trovati in un’appartamento per mangiare. Un pranzo poi degenerato, complice la forte ubriachezza dei presenti, e culminato appunto in un tentato omicidio.

Di questo è infatti accusato un altro moldavo, R.V., di 33 anni, resosi responsabile secondo quanto ricostruito di avere afferrato un coltello da cucina con cui si è scagliato verso il connazionale prima di darsi alla fuga. Un atto che ha dato il via alle indagini della Squadra Mobile, allertata dai sanitari del pronto soccorso e dalla polizia stradale, che avevano intercettato la vittima dell’accoltellamento in tangenziale, all’altezza dell’uscita 9 in direzione nord, mentre accompagnato da un altro presente al pranzo si dirigeva in ospedale.

La vittima è stata infatti poi portata all’ospedale Maggiore, dove è stata operata d’urgenza e ricoverato in terapia intensiva. Sui passi dell’aggressore si è invece messa la Squadra Mobile, che attraverso l’acquisizione di numerosi elementi è riuscita a intercettare e a fermare il moldavo 33enne in piazza dell’Unità, il 30 novembre scorso, mentre cercava di fuggire da Bologna a bordo di un treno. L’uomo è stato quindi fermato per tentato omicidio. L’arresto è stato quindi ora convalidato ed è stata disposta la custodia cautelare in carcere.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?