La donna, 43 anni, stava andando al lavoro
La donna, 43 anni, stava andando al lavoro

Bologna, 15 gennaio 2018 - E' stato arrestato con le pesanti accuse di violenza sessuale, tentato sequestro di persona a scopo di violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Lui è un tunisino di 31 anni con numerosi precedenti e lei, la vittima, è una donna di origine romena di 43 anni che è stata assalita in via Bassa dei Sassi, una traversa di via Mattei, mentre stava andando al lavoro.

L'aggressione è avvenuta stamattina intorno alle 9, vicino al passaggio a livello. A sventare la violenza sessuale sono stati due passanti che sono provvidenzialmente intervenuti in difesa della donna. L'uomo l'ha raggiunta alle spalle e buttata a terra, tappandole la bocca e tirandola per i capelli, poi ha cercato di trascinarla verso una palazzina abbandonata, poco distante. A bloccarlo per primi sono stati due giovani artigiani di passaggio in auto, anche loro diretti al lavoro.

"Abbiamo visto l'uomo avventarsi sulla ragazza, tappandole la bocca e coprendole la testa con il cappuccio. Cercava di trascinarla verso la casa abbandonata vicino al passaggio a livello", ha raccontato al telegiornale di Ètv uno dei due artigiani. "Lei gridava 'aiuto aiuto', siamo rimasti choccati perché passavano delle gran macchine e non si è fermato nessuno - ha detto ancora Marco, bolognese di 33 anni - d'istinto noi ci siamo fermati, non so altrimenti come sarebbe andata a finire, non bene". Sul luogo dell'aggressione è arrivato anche il marito della vittima, avvertito dalla donna: stava per avventarsi sul tunisino, ma è stato trattenuto.

Poco dopo, l'arrivo delle volanti: alla vista degli agenti, però, l'uomo ha tentato di opporsi e questo gli è valso un altro capo di accusa nella denuncia. Per lui sono scattate le manette.