Bologna, 15 ottobre 2014 - "Come ha gia' detto il ministro, non ci sono allarmi specifici, ma la guardia deve essere tenuta alta". Lo ha affermato Mario Giro, sottosegretario agli Esteri, a proposito delle affermazioni dei vertici dei servizi segreti del Marocco secondo cui sarebbero stati sventati attentati terroristici a Milano, Padova e Bologna. "Il momento e' difficile - ha spiegato Giro, a margine della presentazione degli Stati generali della lingua italiana - l'Italia e' circondata da un arco di crisi che va dalla Libia all'Ucraina: naturalmente la crisi che ci riguarda piu' da vicino e' quella libica e, come ha detto Matteo Renzi, e' la nostra priorita' assoluta, perche' e' un Paese che si sta smembrando. Finche' gli attori protagonisti della crisi faranno appello alla comunita' internazionale, la politica estera italiana li mettera' intorno a un tavolo - ha concluso - ed e' quello che ha cercato di fare il ministro Mogherini"