Tre Comuni e Legambiente insieme per valorizzare la Flaminia Militare

L’antica strada romana collega Bologna a Firenze ed è un perfetto mix di storia e turismo

Il momento della firma dell’accordo per la valorizzazione della Flaminia Militare
Il momento della firma dell’accordo per la valorizzazione della Flaminia Militare

I Comuni di San Benedetto Val di Sambro, Monzuno e Firenzuola hanno sottoscritto una convenzione con i circoli di Legambiente SettaSamoggiaReno ed Alto Mugello per valorizzazione e divulgare il percorso chiamato "Flaminia Militare". Con questo accordo si va a consolidare un rapporto che già in passato aveva dato i suoi frutti sia sul piano della preservazione delle risorse naturali che su quello della promozione.

La rete sentieristica che collega Bologna a Firenze attraversando l’Appennino Tosco Emiliano trova nell’antica strada romana un luogo dove la ricerca storica si collega al turismo.

"L’intesa che che abbiamo raggiunto – spiega il sindaco di San Benedetto Val di Sambro Alessandro Santoni - è un tassello importante che si unisce ai tanti altri che da tempo abbiamo definito nel processo di continua valorizzazione del nostro territorio, e che per altro consolida sempre più il rapporto tra le municipalità ed i circoli territoriali di Legambiente interessati dal tracciato della Flaminia Militare. Questa convenzione ci consentirà di mettere a fattor comune forze ed esperienza necessarie per continuare a mantenere e preservare questo sito archeologico diffuso ed a cielo aperto, continuando a ricordare Cesare Agostini e Franco Santi, i due appassionati che scoprirono questo itinerario".

Soddisfatta anche Legambiente che trova in questa convenzione una intesa perfetta con i tre Comuni interessati. "Per i nostri circoli – spiega Angelo Farneti, presidente del circolo SettaSamoggiaReno - la firma della convenzione costituisce il riconoscimento del lavoro svolto negli ultimi dieci anni con Cesare Agostini e Franco Santi in favore della Flaminia Militare. Da oggi il testimone dei due amici che ci hanno appena lasciato viene raccolto dalle amministrazioni di Firenzuola, Monzuno e San Benedetto val di Sambro che, insieme a Legambiente, intensificheranno gli sforzi per valorizzare ancora di più questa antica strada romana".

La convenzione si concluderà il 31 dicembre del 2024 e prevede l’organizzazione di una serie di momenti culturali ed educativi a disposizione dei privati e delle scuole.