Quotidiano Nazionale logo
7 mag 2022

Tutti alla festa della Croce rossa

Domani è la festa internazionale dell’associazione che si occupa dei vulnerabili

Francesco Rocca, presidente della Croce rossa italiana
Francesco Rocca, presidente della Croce rossa italiana
Francesco Rocca, presidente della Croce rossa italiana

Domani, in tutto il mondo, si festeggia il lavoro di soccorso che svolgono quotidianamente milioni di volontari della Croce rossa. La festività cade il giorno della nascita di Henry Dunant, considerato il fondatore dell’Associazione. In questa data in tutto il mondo si festeggia l’opera svolta dalla Croce rossa, perché tutti siano consapevoli delle molteplici iniziative verso i vulnerabili.

La Giornata mondiale della Croce rossa 2022 è l’occasione per riflettere sull’importanza del diritto internazionale umanitario, quale strumento che garantisce il rispetto dell’umanità anche in caso di interventi armati, idoneo a consentire ai civili di poter scappare, nonché agli operatori umanitari di non essere considerati un bersaglio.

"Nella Giornata mondiale della Croce rossa in tutto il mondo, 98 milioni di persone, 150mila in Italia, sotto l’emblema della Croce rossa, dicono a tutto il pianeta che i sette principi su cui la nostra organizzazione si basa sono quanto di più attuale. Bisogna ricordare quelli di noi che in tutto il mondo sono impegnati sui fronti di crisi e di guerra". Così Francesco Rocca, presidente della Federazione internazionale delle società di Croce rossa e Mezzaluna rossa e presidente nazionale della Croce rossa italiana. Ogni palazzo comunale in Italia ha issato fino a domenica accanto alle proprie bandiere anche quella della Cri, ogni piazza accoglie dimostrazioni di volontari, come le pratiche salvavita di rianimazione cardio-polmonare.

Oggi e domani in piazza Galvani e nell’adiacente sede storica della Cri di via del Cane, i volontari accoglieranno i cittadini grandi e piccoli per mostrare e per informare delle numerose attività di aiuto che li coinvolgono nel supporto e nel progresso sanitario e sociale della comunità bolognese, prodigandosi inoltre alla protezione dei profughi e delle popolazioni colpite da conflitti e carestie.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?