Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
10 giu 2022

Unibo restauro via Zamboni, l'architetto: "I palazzi universitari risplenderanno"

Colonelli gestisce il progetto che partirà in autunno: "Puntiamo sulla conservazione e la riqualificazione di facciate, portici e corti interne"

10 giu 2022
luca orsi
Cronaca
featured image
L'architetto Marco Colonnelli gestisce il progetto
featured image
L'architetto Marco Colonnelli gestisce il progetto

Bologna, 10 giugno 2022 - Si chiama ‘Prospettiva Zamboni’. È il grande progetto di restauro di portici e facciate dei palazzi storici dell’Alma Mater, nel tratto fra piazza Verdi e piazza Puntoni, su entrambi i lati della strada. I cantieri interesseranno i palazzi di via Zamboni che ospitano Filologia classica e Italianistica, Lettere, la Biblioteca di discipline umanistiche, il dipartimento di Filosofia, la biblioteca ‘Giuseppe Testoni’ (del dipartimento di Scienze aziendali), Palazzo Poggi, il dipartimento di Scienze giuridiche ‘Antonio Cicu’ e la biblioteca dell’Istituto delle Scienze. Si tratta di edifici che – a partire dal cinquecentesco Palazzo Poggi, sede del rettorato – fanno parte del cuore dell’Ateneo. Il nome, ‘Prospettiva Zamboni’, "nasce dalla magnifica visuale, dalla profondità di ottica che si può godere stando in mezzo alla via", spiega l’architetto Marco Colonnelli, incaricato del restauro. L’intervento – che ha ottenuto il decisivo placet della Soprintendenza, e che per l’Università sarà seguito, nel ruolo di Rup (responsabile del procedimento), dall’architetto Carmen Carrera, responsabile del settore Coordinamento attività edilizie – dovrebbe partire in autunno. Architetto Colonnelli, in cosa consiste l’intervento? "Nel restauro conservativo delle facciate, dei portici e del sistema dei sottoportici (pavimentazioni, volte e pareti interne dei portici) e nella riqualificazione della corte interna del dipartimento di Scienze giuridiche ‘Antonio Cicu’". Quanto dureranno i lavori? "Circa 18 mesi. Interverremo su circa 500 metri lineari di facciate porticate. Al di là della tecnologia necessaria per gli interventi diagnostici preliminari: analisi in microscopia elettronica a scansione, analisi in spettroscopia, si tratta di interventi di restauro che prevedono ancora un alto tasso di artigianalità. E che richiedono cicli di lavorazione lenti". Qual è lo stato di salute dei palazzi e dei portici? "Ci sono stati diversi di conservazione. Che richiedono diverse modalità di intervento. Nei tratti più degradati saranno necessari anche il restauro delle pavimentazioni, ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?