Quotidiano Nazionale logo
6 giu 2021

Vaccini open day Bologna, a Calderara nessuna ressa: "Assalto sì, ma solo virtuale"

Archiviate le polemiche e le scene viste in Fiera per il 2 giugno scorso,  grazie alla prenotazione on line per le 500 dosi Johnson & Johnson 

pier luigi trombetta
Cronaca
Persone in fila per ricevere le dosi di vaccino nel Bolognese, 6 giugno 2021. ANSA/ UFFICIO STAMPA E COMUNICAZIONE AZIENDA USL BOLOGNA ++HO - NO SALES EDITORIAL USE ONLY++
Vaccini: open day a Calderara di Reno (Foto Ansa)

Calderara di Reno (Bologna), 6 giugno 2021 - Nessun problema, nessuna fila, tutto in ordine con la media in apertura di un vaccinato ogni minuto.  Mattina tranquilla all'hub vaccinale di Calderara in occasione dell'open day su prenotazione per vaccinarsi. Le porte si sono aperte alle 8 e si chiuderanno questa sera alle 19. Il modello organizzativo messo in piedi  dal Comune di Calderara sta dimostrando  che anche gli open day possono essere organizzati in maniera ordinata e senza problemi. 

Approfondisci:

Vaccino Emilia Romagna, ultimo sprint. Guida alla prenotazione

Approfondisci:

Zona bianca: raggiunta in Veneto. Quando in Emilia-Romagna e Marche

Archiviate le scene viste alla Fiera di Bologna il 2 giugno scorso  e le polemiche con tanto di scuse arrivate dal sindaco e dall'Ausl, per l'accesso libero per questa seconda giornata gli accessi all'hub vaccinale si dovevano prenotare preventivamente online. L''assalto' c'è stato, ma ieri e solo virtuale, con 2.500 prenotazioni in appena due minuti: le dosi disponibili erano 500 per il vaccino monodose Johnson&Johnson e soltanto altrettante persone over18 hanno ricevuto l'sms di conferma con l'orario a cui presentarsi. 

"Come ho detto - spiega il sindaco Giampiero Falzone - mi dispiace per chi non sia riuscito a prenotarsi, ma l'open day deve essere visto come una opportunità in più, che sicuramente verrà riproposta, che si aggiunge  alle giornate e alle prenotazioni programmate, che peraltro da domani si apriranno alla fascia 12-19 anni".

"Bello vedere oggi qui tanti giovani, anche calderaresi - ha detto -. Non posso che ringraziare per la loro immediata disponibilità tutti coloro che come Comune abbiamo attivato per la migliore organizzazione anche per evitare problemi di ordine pubblico (carabinieri, polizia locale  volontari Protezione Civile Calderara di Reno Odv , Percorsi Sicuri Calderara odv, Agesci)".

"Grazie di  al Distretto Sanitario Pianura Ovest -  aggiunge Falzone -  nella persona della direttrice Stefania Dal Rio, con cui c'è sempre una proficua interlocuzione, e a tutto il personale sanitario impegnato".

Una decina di cittadini senza prenotazione ha provato comunque a presentarsi un'ora prima dell'apertura dell'hub ma sono stati invitati a tornare a casa. Il primo a vaccinarsi un ragazzo della vicina Casalecchio di Reno, tra i 5mila evacuati per il disinnesco in corso oggi di un vecchio ordigno bellico. Aveva l'appuntamento alle 14 ma è arrivato prima proprio a causa delle operazioni di disinnesco, la sua dose è stata anticipata.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?