Bologna, 25 luglio 2021- La voglia di vaccinazione o, meglio di green pass, scoppia nei ventenni. Delle cinquemila prenotazioni effettuate nelle ultime 24 ore, quasi duemila sono state effettuate tramite web: segno che le fasce di età più giovani si stanno sempre più convincendo che la vaccinazione rappresenta la via di uscita dall’incubo Covid. L’impennata di prenotazioni, come viene spiegato dall’Azienda Usl di Bologna, riguarda le persone che hanno dai 20 ai 59 anni, quelle per le quali sono state riaperte le prenotazioni.

Il focus Covid, il bollettino dell'Emilia Romagna - Vaccini, effetto Green pass. È boom di prenotazioni

Se questa è la fascia che si è prenotata maggiormente ce n’è una, quella degli over 60, ferma al 5,6 per cento in questo ultimo giorno e, complessivamente, tra i 60 e i 64 anni solo il 20 per cento dei cittadini si è vaccinato e dai 65 ai 69 si scende addirittura sotto il 17 per cento. Mentre chi ha dai 12 ai 19 anni ha prenotato nella misura del 18,9 per cento.

Contagi da Covid, in Emilia Romagna è boom, ma il virus fa meno paura

Al momento non sembrano esserci problemi per il reperimento delle dosi, dopo le 15.488 aggiunte venerdì e che saranno messe a disposizione da mercoledì prossimo: 6.422 i posti disponibili in Fiera a partire dal 13 agosto e 9.026 quelli a disposizione nei vari Distretti dell’Azienda Usl partire dal 28 luglio (fanno parte dei Distretti anche Unipol Arena a Casalecchio e Pala Yuri a San Lazzaro). Intanto domani e martedì (dalle 13 alle 19) il camper acquistato e attrezzato grazie al contributo europeo del Progetto I-care (promosso dalle regioni Emilia-Romagna, Toscana, Lazio e Sicilia e finanziato dal Fondo asilo, migrazione e integrazione dell’Ue) messo a disposizione del Dipartimento di sanità pubblica dell’Ausl andrà a vaccinare migranti e richiedenti asilo nel CAS di via Mattei.

«Il nostro obiettivo è arrivare almeno al 70 per di copertura, cercando di arrivare anche all’80 per cento entro la fine di agosto – sottolinea Lorenzo Roti, direttore sanitario Ausl Bologna –. Per questo, e in particolare per continuare a far correre la vaccinazione soprattutto nei giovanissimi, abbiamo bisogno dell’aiuto di tutta la comunità. Nello specifico abbiamo fatto un accordo con i pediatri affinché anche loro possano darci una mano non solo a vaccinare, ma a fare sensibilizzazione e comunicazione alle famiglie dei ragazzi per arrivare il più pronti possibili all’inizio della scuola che ci auguriamo tutti non debba nuovamente ricorrere alla didattica a distanza. Rimane forte la tensione anche per raggiungere coperture più soddisfacenti per gli over 60 non ancora vaccinati".

Sono poi in partenza (domani) oltre 5.000 sms per fissare gli appuntamenti vaccinali degli italiani residenti all’estero (iscritti all’Aire) e delle persone non residenti non assistite che si sono autocandidate sul portale regionale. Lo comunica l’Ausl che il luogo indicato per queste somministrazioni è l’hub dell’Unipol Arena a Casalecchio.
Intanto i nuovi contagi registrati nelle ultime 24 ore a Bologna sono 78 (in testa ci sono Rimini e Reggio con 81 casi rispettivamente). I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono cinque, dato che resta invariato rispetto al giorno precedente.