Bologna, la sede Anppe sfasciata dai vandali
Bologna, la sede Anppe sfasciata dai vandali

Bologna, 2 maggio 2021 - E' successo ancora. Per la quarta volta dall'inaugurazione datata 5 novembre 2019. Sassi e vandalismi contro le vetrine della sede dell'Anppe, associazione nazionale di polizia penitenziaria  di via Ferrarese 11/C. "Avremo tremila euro di danni - spiega Francesco Borrelli, il responsabile della struttura -, ma al di là di questo resta grandissima amarezza per l'ennesimo episodio che proprio non capiamo. Siamo un organo dello Stato, ma allo stesso tempo un servizio per la gente che fa beneficenza e volontariato". 

Il blitz di persone ancora ignote risale al  primo maggio o alla notte subito precedente. "Non sappiamo esattamente quando, siamo stati informati nel pomeriggio - riprende Borrelli - Abbiamo subito informato la Digos, è intervenuto anche il Nucleo investigativo della Penitenziaria. Crediamo che dietro a questo nuovo episodio ci siano motivazioni politiche anche se non abbiamo al momento sospetti".

Prima dei sassi, nei mesi scorsi la struttura era stata vittima di frasi ingiuriose ("Fascisti, assassini, amnistia"). "Ora ci stiamo attivando per installare telecamere perché siamo stanchi di questa situazione. Non ci capacitiamo di come per certe persone non esista il senso civico e ci si possa divertire distruggendo le cose altrui". Senza immagini, ecco dunque l'appello ai cittadini: "Se qualcuno avesse visto qualcosa di sospetto, chiami immediatamente la polizia".

Solidarietà per l'accaduto è arrivata dal deputato di FdI, Galeazzo Bignami: "Non è la prima che la sede viene sottoposta a danni da parte di ignoti che evidentemente pensano di offendere gli appartenenti delle forze dell'ordine e il loro impegno a difesa della legalità e della sicurezza".