Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
26 mag 2022

Bologna, vandali alle terme di Porretta: vernice nella piscina

A meno di due mesi dalla riapertura, quarto episodio di danneggiamento. Il manager Prantoni: "Qualcuno non ci vuole"

26 mag 2022
gabriele mignardi
Cronaca
Operatori impegnati per ripulire la grande piscina termale (Foto Marchi)
Operatori impegnati per ripulire la grande piscina termale (Foto Marchi)
Operatori impegnati per ripulire la grande piscina termale (Foto Marchi)
Operatori impegnati per ripulire la grande piscina termale (Foto Marchi)

Alto Reno Terme (Bologna), 26 maggio 2022 - Più che un atto di vandalismo, pare un vero e proprio sabotaggio quello messo in atto da ignoti che nella notte tra martedì e mercoledì hanno inquinato l’area della piscina delle Terme di Porretta con il versamento di un bidone di vernice colorata. Un’azione che ha avuto l’effetto immediato della chiusura della piscina al pubblico e l’avvio dell’operazione di svuotamento e bonifica di tutto l’impianto. Da una prima ricostruzione del fatto, sul quale indagano i carabinieri, è appurato che il blitz è partito dalla zona del parco, sul quale affaccia l’uscita di sicurezza che è stata forzata con un piede di porco, poi abbandonato sul posto. Da qui l’autore o gli autori dell’azione hanno raggiunto un ambiente al piano inferiore dov’era riposto un bidone di vernice color arancio. Il contenitore è stato poi trasportato a bordo vasca e quindi versato nella piscina. Anche il bidone vuoto è stato lasciato sulla pedana grigliata che perimetra lo specchio d’acqua termale, capace di circa 300 metri cubi di acqua. "Stamattina se ne sono accorti gli uomini addetti a tutte le operazioni di apertura – racconta Graziano Prantoni, general manager del gruppo Monti Salute Più –. L’acqua era giallastra ed abbiamo disposto immediatamente la chiusura al pubblico ed iniziato le operazioni di bonifica", aggiunge Prantoni, che rivela come si sia trattato in realtà del quarto episodio di danneggiamento subito dalle Terme a meno di due mesi dalla riapertura. Una serie di fatti che ormai sembrano essere riconducibili a un unico disegno su cui ora si interroga incredula la comunità locale, che sul rilancio delle Terme ha riposto grandi e fondate aspettative. "Si tratta evidentemente di un accanimento contro di noi e la struttura. E’ chiaro che qualcuno non ha gradito il cambio di marcia che il nostro ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?