Il cartello che indicherà la ’vecchia’ Autosole, ora ribattezzata ’Panoramica’, nel tratto fra Bologna e Firenze
Il cartello che indicherà la ’vecchia’ Autosole, ora ribattezzata ’Panoramica’, nel tratto fra Bologna e Firenze

Castiglione dei Pepoli (Bologna), 12 maggio 2016 - Direttissima e Panoramica, la via breve e quella turistica. La variante di valico e l’Autosole tra Bologna e Firenze cambiano nome e si rifanno il look. I nuovi cartelli sono pronti, quello del raddoppio è già stato montato alla Quercia di Rioveggio.

Destini incrociati per due autostrade che fanno viaggiare l’Italia tra nord e sud. L’ispirazione l’aveva data il premier Matteo Renzi, quando il 23 dicembre aveva inaugurato il sospiratissimo raddoppio. Un cenno alla bellezza del paesaggio appenninico attraversato dall’Autosole, alla necessità di valorizzarlo. Autostrade per l’Italia ha avviato una trattativa con il ministero dei Trasporti (e sondaggi sui social per capire il gradimento dei nomi). La scelta è caduta sul classico, Direttissima come la ferrovia degli anni Trenta che attraversa la stessa valle del Setta, chiamata così perché è la via più breve tra le due città.

Le statistiche raccontano che ogni dieci spostamenti appena tre-quattro s’indirizzano sulla vecchia Autosole. Anche per questo serviva un’operazione di marketing. Un nome che evocasse un futuro fatto più di gite che di tir in fila. Basterà?