Un laboratorio rap a Ravenna (foto Zani)
Un laboratorio rap a Ravenna (foto Zani)

Bologna, 11 gennaio 2019 - Pistole in mano, si rincorrevano per via Deledda e saltavano sopra le auto. Ed erano tanti: una cinquantina di persone, esagitate, alcune delle quali minorenni, con un sottofondo di musica a tutto volume. Così, almeno, l'hanno letta i residenti del Pilastro che, oggi pomeriggio, hanno chiamato i carabinieri.

"Venite, qua si sparano". Quando i militari dell'Arma sono arrivati, in realtà, hanno trovato una situazione diversa: se le pistole c'erano (i carabinieri non ne hanno trovate), erano giocattolo, perché i ragazzi stavano girando un video rap. Sono stati identificati: erano per lo più ragazzini del posto. La vicenda, con buona pace di tutti gli abitanti della zona, è finita lì. Qualche anno fa, una faccenda analoga aveva interessato persino l'ispettore Coliandro: in quel caso, i residenti avevano chiamato i 'colleghi' della polizia.