GIOVANNI DI CAPRIO
Cultura e spettacoli

La bella stagione a villa Serena: l’estate di Bologna è ricca di eventi solidali

Le iniziative nella villa in via della Barca all’insegna dell’inclusione: scuola di teatro, laboratorio d’arte, scuola di vignetta, mostre, attività sportive e culturali

La presentazione delle iniziative a Villa Serena. La rassegna fino ad ottobre è curata da ‘Stay Serena’

La presentazione delle iniziative a Villa Serena. La rassegna fino ad ottobre è curata da ‘Stay Serena’

Bologna, 10 luglio 2024 – Villa Serena inaugura la sua estate e prenota il futuro. Restaurata nel 2021 e anni fa luogo di festa, la villa in via della Barca ha presentato il calendario di rassegne che si susseguiranno lungo tutta la bella stagione, a partire dalla seconda metà di luglio e fino a ottobre: una scuola di teatro per persone disabili, un laboratorio d’arte per ragazzi e anziani con disturbi cognitivi, una scuola di vignetta con Giorgio Serra e attività sportive, oltre ad altre mostre e attività culturali.

"Non ci sarà un biglietto d’ingresso ma alcuni eventi avranno una quota d’iscrizione a prezzi calmierati”, dice Elena Gaggioli, presidente quartiere Borgo Panigale – Reno.

Ad occuparsi della programmazione estiva è l’associazione ‘Stay Serena’. "Il nostro obiettivo è ‘stare sereni’ e occuparci di questo spazio insieme a tutti e dedicando a tutti ogni iniziativa”, sostiene Maria Giulia Salvi, presidente associazione Stay Serena. Un’opportunità di unire cultura, società, musica, arte e anche una parte del divertimento sano, “perché vogliamo qualificare la parte sociale di questo luogo puntando sulla qualità del senso civico che può animare la villa”, afferma Marco Salicini, associazione Stay Serena.

In sostanza, tutto è pronto a partire. Quindi, progetto approvato anche dai residenti sul luogo alla presentazione di questa sera proprio a villa Serena, ma quest’ultimi non si aspettavano che ci fosse già un reticolo così organizzato.

Tradotto, dicono: "Critichiamo sì, ma valorizziamo insieme”. A loro Gaggioli risponde: “Vogliamo che questa sia un’occasione per iniziare un percorso di co-progettazione. Non faremo tutto da soli con i privati”.

Soprattutto, se in futuro il Comune dovesse vincere il bando ministeriale ‘DesTEENazione’, a cui è candidato e che stanzia fino a sei milioni di euro in sei anni, e dedicato agli adolescenti e ai loro bisogni.

"Nessun cambiamento per quanto riguarda il Piano Freddo di questo inverno a villa Serena. Il bando, la cui risposta arriverà entro fine 2024, servirà per migliorare la villa e per creare progetti per i giovani, per le famiglie e per attenzionare le vulnerabilità adolescenziali”, racconta Veronica Ceruti, capo area educazione, istruzione e nuove generazioni del Comune. In caso di vittoria del bando, la programmazione degli eventi inizierà ad aprile del prossimo anno. Quindi intaccherà sul Piano Freddo 2025, “per il quale stiamo già pensando ad altri luoghi”, chiude Ceruti.