Bologna, 13 maggio 2018 - Creare valore per il territorio. È l’obiettivo che si è prefissato Bper Banca che sottolinea l’importanza della sostenibilità, intesa soprattutto come fattore di sviluppo globale, capace di creare competitività e di attrarre finanziamenti. Proprio per questo Bper ha curato, in qualità di Capogruppo, il primo Bilancio di sostenibilità del Gruppo Bper, approvato a marzo, raccogliendo i dati relativi alla riduzione degli impatti ambientali, la predisposizione di prodotti etici e green per la clientela, la gestione del personale, i ritorni su società e territorio, la tutela dei diritti umani e la lotta alla corruzione.

Essere sostenibili, insomma, aiuta il business e proprio per questo per il settimo anno consecutivo Bper organizza in collaborazione con il QN - il Resto del Carlino una serie di incontri tra imprenditori, referenti istituzionali, rappresentanti delle categorie economiche e docenti universitari. La prima tavola rotonda, dal titolo “Creare valore per il territorio. La banca sostenibile aiuta il business’ fa tappa in città il 15 maggio alle 16.30, nella Sala A Centro Congressi di Fico Eataly World, di via Paolo Canali 8.

A moderare l’incontro Beppe Boni, condirettore de il Resto del Carlino, mentre ad Andrea Segrè, Presidente Caab e Fondazione Fico, è affidata l’introduzione dell’incontro. Tra gli ospiti che prendono parte alla tavola rotonda Fabrizio Togni, direttore generale di Bper Banca, Gianpiero Calzolari, presidente della Granarolo, e Stefano Venier, amministratore delegato di Hera. Al termine dell’incontro è previsto anche un cocktail nell’area riservata Ristorante Bell’Italia e poi una visita guidata del parco agroalimentare Fico Eataly World.