Stefano Domenicali, dal 2016 è presidente e amministratore delegato di Lamborghini, orgog
Stefano Domenicali, dal 2016 è presidente e amministratore delegato di Lamborghini, orgog

Sant'Agata Bolognese (Bologna), 12 giougno 2019 - In sette anni  ha raggiunto venti milioni di follower virtuali. Stiamo parlando della Automobili Lamborghini di Sant’Agata Bolognese che segna un nuovo importante traguardo sui social e raggiunge quota venti milioni di follower su Instagram. E’ stato lo stesso chairman e Ceo, Stefano Domenicali ad annunciare la bella notizia. L’attività di Automobili Lamborghini su Instagram è iniziata infatti nel maggio del 2012, e in sette anni la Casa del Toro ha raggiunto appunto i 20 milioni di follower, con una crescita media annua di più di tre milioni di utenti del social, che hanno iniziato a seguire il profilo dei bolidi made in Italy.

LEGGI ANCHE Lamborghini, il museo diventa Mudetec e si apre alle scuole

Sul suo account, Lamborghini ha raccontato - attraverso post quotidiani, storie, eventi, gare, storytelling dentro e fuori Sant’Agata - il suo brand e le sue innovazioni. Ciò in una maniera originale e accattivante, a quanto pare visto il risultato sinora ottenuto. Ed il record quota venti milioni di follower su Instagram è stato festeggiato con la pubblicazione di diversi contenuti sulle varie piattaforme social come Linkedin e Twitter.

 

 

La celebrazione più importante si è tenuta su Instagram con la pubblicazione della foto di una Huracan EVO targata #20million. Il coinvolgimento degli utenti, poi, ha avuto un altro importante momento nelle stories della stessa piattaforma social. Visto che in maniera del tutto originale, c’è stata la possibilità di ricevere l’immagine della coda della Huracan EVO senza hashtag. In questo modo i follower potevano scrivere il loro nome all’interno della targa della supersportiva e rilanciare l’immagine sui propri canali personali. Davvero un accorgimento geniale per coinvolgere fattivamente gli appassionati nel mondo della Casa del Toro. Si può certamente affermare allora che alla luce di quanto sta accadendo il brand della ‘Lambo’ non è primo solamente nei risultati commerciali, in quelli sportivi e nell’impegno per conciliare eccellenza produttiva e rispetto ambientale.