Bologna, 16 maggio 2017 - Una palestra eco-sostenibile, delle piastrelle che producono energia con il calpestìo...Queste e altre sono state le idee nate da  'Coopyright inventa una cooperativa' e 'Coopyright Junior', concorsi per studenti delle superiori e delle medie, promossi da Legacoop e Confcooperative. Il concorso, nell'intento di avvicinare i giovani alla cooperazione, coinvolge i più grandi nella creazione di un'impresa cooperativa, e i più piccoli nella ricerca storica su  una cooperativa del territorio.

Oggi, nel futuristico sfondo dell'Opificio Golinelli, si è tenuta la premiazione: hanno vinto tutti, per la semplice partecipazione, un assegno del valore di 500 euro. Solo alcune classi si sono inoltre aggiudicate  un computer portatile, per aver elaborato l'idea imprenditoriale maggiormente innovativa, quella con maggior ricaduta sociale e quelle con la presentazione migliore. Il progetto più innovativo è stato giudicato quello dell'interclasse del liceo scientifico Fermi, che, collaborando con la cooperativa tutor Edificatrice Ansaloni, ha ideato  'Nextstep', una pavimentazione di materiale piezoelettrico che produce energia se quando calpestata.

Più utile dal punto di vista sociale è stato invece reputato il progetto 'Ecoart', della 4E del liceo artistico Arcangeli e della cooperativa tutor Marakanda di Open group: i ragazzi hanno ideato un modello di cooperativa ispirata ai principi della sostenibilità che offre servizi di riqualificazione in chiave artistica delle zone degradate.

Il premio per la miglior presentazione  se lo sono infine aggiudicate la 4C del liceo economico e sociale Laura Bassi, con il progetto 'Wave' (una palestra eco-sostenibile) e la 4A dell'isitituto Malpighi di San Giovanni in Persiceto con 'Miele e idromele per amore' (modello di cooperativa agroalimentare). Anche la  2C delle scuole  medie Zappa  e le terze A e B delle medie Saffi hanno vinto un computer grazie, rispettivamente alle ricerche  'Valori cooperativi e impegno nel territorio - Diamo respiro alla nostra mente' e 'Cooperazione e l'accoglienza a Bologna'. 

Durante l'evento, è stata inoltre lanciata la piattaforma 'Millennials.coop', dedicata agli 'under 35' incuriositi dal mondo delle start-up cooperative, e studiata per la condivisione di idee e progetti. "Nel futuro, ma già accade, saranno vincenti le grandi multinazionali e le start-up che  produrranno un valore non solo per l'imprenditore, ma anche per la comunità. Attraverso Millennials, vogliamo promuovere lo scambio di idee fra giovani e cooperative già esistenti, per permettere un confronto - interviene Rita Ghedini, presidente di Legacoop Bologna-. E' fondamentale la  cooperazione fra generazioni".