Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Bologna, il biologico italiano è il più garantito

Lo dicono i dati ministeriali. Il merito è in gran parte degli Organismi di controllo che ogni anno smascherano tonnellate di fasi prodotti 'bio'

di GABRIELE TASSI
Ultimo aggiornamento il 25 giugno 2018 alle 18:37
L'incontro sui prodotti biologici (Schicchi)

Bologna, 25 giugno 2018 - Altro che 'cartoline' bucoliche e mercati di provincia, quello dei prodotti biologici è un giro d'affari che vale 5,4 miliardi di euro, con un volume di esportazioni (1,9 miliardi) secondo solo a quello degli Stati Uniti. Merito della grande biodiversità del nostro Stivale, di un settore agroalimentare che si estende per oltre un milione e mezzo di ettari di superficie coltivati e 72.154 aziende certificate. Ma non solo; il nostro paese vanta un sistema di controllo fra i più avanzati e apprezzati a livello globale: è quello costituito da Assocertbio, l'associazione nazionale che raggruppa i principali organismi di controllo del biologico. Ma qual è il ruolo di questi 'investigatori'? Prima di tutto certificare la qualità del prodotto attraverso processi di verifica, stesura di relazioni tecniche e certificati di conformità, per un totale di oltre 93.000 visite ispettive all'anno. E' un po' quello che ha cercato di spiegare oggi – nel secondo di un ciclo di otto incontri nel Green Lounge di Galleria Cavour - la fondazione Biohabitat.
Il meccanismo che sta dietro il mercato del biologico rimane spesso nell'ombra, infatti a balzare all'onore delle cronache sono solamente i maxi sequestri, tonnellate di 'falsi bio' tolti dal mercato. Ma la storia degli organismi di controllo, società private che hanno il compito di verificare l'effettiva provenienza di un prodotto e segnalare le anomalie alle autorità competenti, risale a circa 30 anni fa. Da allora di passi avanti ne sono stati fatti: dalle norme sull'etichettatura al codice dell'organismo di controllo, dal luogo di produzione al confezionamento. E' grazie anche a questi sistemi tutti italiani se c'è una storia di successo, ora non rimane altro che raccontarla, ricordandosi che nel 2017 il livello di irregolarità dei prodotti biologici è stato del 5,6%, ben al di sotto di altre nostre eccellenze come i prodotti tipici (17,2%) e i vini (22,2%).

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.