Sonia Bonfiglioli con un dipendente Sampingranaggi
Sonia Bonfiglioli con un dipendente Sampingranaggi

Bologna, 12 marzo 2021 - Nessun colpo di scena: l'asta di Sampingranaggi se l'è aggiudicata la Bonfiglioli spa per 7,158 milioni di euro. L'azienda della galassia Maccaferri, con sede a Bentivoglio, proseguirà, quindi, la sua attività. 

Forte di un accordo vincolate già firmato con la Fiom, la Regione Emilia-Romagna e la città metroplitana la settimana scorsa, si prevede che i circa 80 dipendenti passeranno all'impresa Bonfiglioli di Calderara. I lavoratori verranno assunti con gli stessi diritti, tutele e retribuzioni in essere. Bonfiglioli si è, inoltre,  impegnata a mantenere l’attività sul territorio bolognese mettendo a disposizione un piano di formazione garantito dalla Bonfiglioli Academy. La sede di Bentivoglio verrà mantenuta almeno per un anno.

Soddisfatti sia la Regione, con l'assessore regionale al Lavoro, Vincenzo Colla ("Una grande operazione industriale"), sia i sindacati con Marco Colli della Fiom-Cgil: "Ora possiamo pensare al rilancio dell'azienda". Rilancio che - spiega Bonfiglioli spa in una nota -  "potrà aumentare la verticalizzazione produttiva sia in Italia che in Cina e accedere al mercato della robotica grazie anche allo sviluppo di ulteriori prodotti di estrema precisione ed efficienza". La presidente Sonia Bonfiglioli parla di "ricongiungimento affettivo", visto che il padre iniziò il suo percorso di lavoro proprio in Sampingranaggi, e dà il benvenuto a tutti i dipendenti dell'azienda della galassia Maccaferri.
"Samp rappresenta per Bonfiglioli una grande opportunità e dal punto di vista industriale: ci offre, infatti,  la possibilità di integrare alcune produzioni di componenti strategici, come gli ingranaggi conici", sottolinea Fausto Carboni, ceo del Gruppo. 

Per le divisioni di Samp è un altro buon risultato dopo l'acquisizione di Samputensili Machine Tools da parte dei tedeschi di Emag. Resta da capire il futuro di Seci, holding del gruppo Maccaferri, che punta all'auto-salvataggio dopo aver detto no al fondo Taconic.

La data da segnare in rosso è il 23 marzo. A breve si decideranno anche le sorti di Sampsistemi, dopo l'offerta vincolante della cordata di manager soci della società svizzera Hvd Partners e la presentazione del piano di concordato in continuità indiretta da parte dell'azienda del gruppo Maccaferri. Infine, l'incognita Officine Maccaferri che sta ancora aspettando il nuovo piano di ristrutturazione di Ad Hoc Group, cordata di fondi capitanata da Carlyle, dopo due proposte di finanza d'urgenza bocciate.