Il lavoro sarà uno dei temi al centro dell’agenda del prossimo sindaco. Arianna Giordano, candidata della Lega al consiglio comunale, lancia la proposta di "istituire un assessorato alla formazione e alla ricerca del lavoro. Con un apposito ufficio che sostituisca e ampli le competenze degli ex Centri...

Il lavoro sarà uno dei temi al centro dell’agenda del prossimo sindaco. Arianna Giordano, candidata della Lega al consiglio comunale, lancia la proposta di "istituire un assessorato alla formazione e alla ricerca del lavoro. Con un apposito ufficio che sostituisca e ampli le competenze degli ex Centri di Informazione e Orientamento Professionale, ora aboliti".

Quale sarà il compito del nuovo assessorato?

"Contribuirà, con campagne di promozione, informazione e formazione diretta, a fornire tutti gli strumenti necessari ai disoccupati che lo cercano. E avrà anche compiti di promozione".

Può spiegare?

"Obiettivo dell’assessorato sarà anche pubblicizzare corsi di formazione gratuiti, che già esistono ma in pochi conoscono, opportunità offerte da bandi regionali ed europei, come anche dal fondo sociale europeo e per le start-up. Molte volte il lavoro c’è, mancano gli strumenti per trovarlo e i canali di comunicazione fra chi offre e chi cerca".

Non ci sono uffici dedicati?

"In Comune ci sono uffici che informano sulla raccolta differenziata, ma non c’è uno sportello dedicato a formazione e lavoro. Lo istituiremo noi, se i bolognesi sceglieranno la Lega".

Qual è la dimensione del problema?

"Finiti gli studi, il 40% dei giovani non sa dove e come cercare un lavoro. Lo stesso vale per adulti e donne di tutte le età".

Ritiene quindi insufficiente l’azione dell’amministrazione comunale uscente?

"In questo scenario, l’amministrazione è rimasta ferma per anni, preferendo agire per slogan, promuovendo progetti minori".

l. o.