La delusione del Bologna a fine gara
La delusione del Bologna a fine gara

Bologna, 25 aprile 2021 – Fiume in piena Atalanta: al Gewiss Stadium, contro un Bologna che dura solamente 20 minuti (quelli iniziali) la squadra di Gasperini corre un paio di rischi, ma nel momento in cui inserisce il pilota automatico non c’è nulla da fare. Finisce 5 a 0 per i bergamaschi, che segnano due gol nel primo tempo e tre nella ripresa, con Malinovskyi, Muriel, Freuler, Zapata e Miranchuk in rete: nel Bologna espulso anche Schouten dopo un paio di minuti dall’inizio del secondo tempo, con i rossoblù costretti all’inferiorità numerica per una quarantina di minuti. Brutta batosta a Bergamo, settimana prossima c’è la Fiorentina.

Mihajlovic non ci sta: "Partita falsata dall'arbitro"

false

Difesa a 3 nel Bologna: fiducia ad Antov, con Skov Olsen che rileva Orsolini e con Barrow, ex di serata, terminale offensivo. Tanti gli assenti in casa rossoblù, ultimo dei quali Sansone. Nell’Atalanta recupera Hateboer, schierato titolare. In attacco Muriel farà coppia con Zapata, alle loro spalle l’estro di Malinovskyi.

Il primo tiro in porta è ad opera di Muriel, dopo nemmeno 5’ di gioco: Skorupski la tiene lì, in due tempi. Il Bologna, però, non ha paura: Gollini mura Skov Olsen, bravo ad entrare dalla destra, con lo stesso danese che torna a farsi vedere pochi minuti dopo, con il suo tiro dalla distanza deviato in angolo. Al 22’ anche l’Atalanta inizia a far paura, e soprattutto fa male: triangolo Malinovskyi – Muriel – Malinovskyi, con quest’ultimo che riceve dal colombiano e con il mancino batte Skorupski. Passa un minuto e il Bologna trema: grande giocata di Muriel, tiro e palo, con il legno che strozza in gola l’esultanza. Il Bologna si sgonfia: Malinovskyi inizia a provarci da qualsiasi posizione, le avanzate di Djimsiti mandano in tilt Danilo e soci.



Fino al 43’: proprio Danilo commette fallo su Romero da azione di calcio d’angolo, Fabbri fischia senza esitazioni, Muriel va dal dischetto e non lascia scampo a Skorupski. Le cose si mettono addirittura peggio a inizio ripresa: Schouten, per un duro intervento su Romero, viene espulso e lascia i suoi in 10, con Soriano costretto ad abbassarsi di qualche metro affiancando Svanberg in mediana. Ed è proprio Svanberg, al 12’, che combina una frittata: Freuler in pressione gli scippa palla e, entrato in area, colpisce forte in diagonale, punendo Skorupski per la terza volta in neanche 60 minuti. Anzi, il quarto, perché Zapata due minuti dopo raccoglie un pallone vagante in area e non sbaglia, segnando il suo unico gol di serata. Al 28’ c’è gioia anche per Miranchuk, etrato al posto di Muriel, che col mancino la mette sul primo palo da appena dentro l’area. Finisce 5 a 0: Bologna annientato, Atalanta versione schiacciasassi.

Il tabellino della gara

Atalanta – Bologna 4-0

Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Toloi (26’ st Caldara), Romero, Djimsiti; Hateboer, De Roon, Freuler (16’ st Pessina), Maehle; Malinovskyi (26’ st Ilicic); Muriel (16’ st Miranchuk), Zapata (33’ st Lammers). Allenatore: Gasperini. A disposizione: Rossi, Sportiello, Kovalenko, Palomino, Pasalic, Sutalo.

Bologna (3-4-2-1): Skorupski; Antov, Danilo, Soumaoro; Skov Olsen (27’ st Orsolini), Schouten, Svanberg (18’ st Mbaye), De Silvestri (11’ st Vignato); Soriano (11’ st Baldursson); Palacio, Barrow (27’ st Poli). Allenatore: Mihajlovic. A disposizione: Da Costa, Ravaglia, Amey, Annan, Faragò, Juwara, Khailoti.

Reti: 22’ pt Malinovskyi (A), 44’ pt rig. Muriel (A), 12’ st Freuler (A), 15’ st Zapata (A), 28’ st Miranchuk (A)

Note: recupero 1’ pt e 0' st. Espulso al 4’ st Schouten (B), rosso diretto.

Arbitro: Fabbri di Ravenna.

Rivivi il match del Gewiss Stadium