Il saluto dei giocatori del Bologna ai propri tifosi dopo l’ultimo successo casalingo
Il saluto dei giocatori del Bologna ai propri tifosi dopo l’ultimo successo casalingo

Bologna, 13 ottobre 2021 - Il Bologna ha dato il via alla prevendita per la gara con il Milan, in programma al Dall’Ara sabato 23 ottobre, alle 20,45. La prevendita si porta dietro una buona notizia per il club, ma pure una potenziale polemica in seno alla tifoseria. La miccia che ha fatto scaldare gli animi e che già ieri sera ha portato alcuni dei vecchi abbonati a reazioni di pancia e a minacciare di non mettere più piede al Dall’Ara arriva dai prezzi: 20 euro il biglietto in prelazione per gli abbonati della stagione 2019-20. Piccolo dettaglio, il prezzo pieno è di 20. Non solo: l’abbonamento 2019-20, in curva, costava 190 euro per l’intera stagione, una media di 10 euro a partita. Quest’anno, il prezzo del biglietto è di 12. Con il Milan, però, è gara di cartello, che fa salire la richiesta. Ed ecco l’aumento a 20. Si aggiunga che i match di cartello potrebbero essere 4-5, all’interno di una stagione ed ecco che i tifosi dei club hanno già stimato rincari che si aggirano attorno al 35 per cento, rispetto agli abbonamenti 2019-20.

Per questo motivo, il Centro Bologna Clubs ha già chiesto un appuntamento con la dirigenza rossoblù, per approfondire il tema dei rincari, per poi eventualmente prendere una posizione ufficiale sul da farsi, in base a quelle che saranno le risposte. Nell’incontro, il Cbc chiederà probabilmente al Bologna di allestire mini abbonamenti o cancellare i rincari. Resta da capire quale sarà la risposta del Bologna che per bocca dell’ad Fenucci ha già fatto sapere che, fino a quando ci sarà il sistema di divisione in zone, relativamente all’emergenza Covid, il club non sarà in condizione di pensare a una campagna abbonamenti, dato che la capienza degli stadi può variare da zona a zona e un cambio di quest’ultima potrebbe mettere il Bologna in condizione di dover escludere e rimborsare parte degli abbonati. Ma sarebbe difficile stabilire il criterio di esclusione.

Nell’attesa dell’incontro, il Bologna lancia un segnale distensivo e lo fa nei confronti della tifoseria organizzata, ovvero dei gruppi ultras, che con il Milan potrebbero tornare al Dall’Ara a tifare. La notizia è nascosta sempre nei meandri di prezzi e settori. Nei distinti, figura un settore chiamato ex Curva Andrea Costa. Con l’apertura al 75 per cento dell’impianto e la San Luca riaperta al pubblico, c’è capienza sufficiente per ospitare tutti i gruppi ultras che all’inizio del campionato avevano deciso di rimanere fuori al grido di "o tutti o nessuno".

Con il Milan, dovrebbero tornare: il condizionale è ancora d’obbligo, ma le probabilità sono elevate. Resta da capire se il tifo sarà colorato o fatto di sole voci, senza striscioni. Con le riaperture qualcosa si muove: potrebbero tornare gli ultras, ma il Bologna rischia di perdere alcuni vecchi abbonati, causa rincari. Gli appuntamenti richiesti serviranno per chiarire le posizioni di tifo e club.