Saputo e i biglietti aerei comprati per lui dai tifosi
Saputo e i biglietti aerei comprati per lui dai tifosi

Bologna, 6 marzo 2019 - Un biglietto aereo di sola andata, da Montreal a Bologna (con scalo a Roma), pagato da una trentina di tifosi, perché sia garantita la sua presenza al Dall’Ara domenica col Cagliari. Il beneficiario del biglietto? Nientemeno che Joey Saputo. Tutto è nato con un passaparola tra tifosi che hanno usato come contenitore il Forum Rossoblu. 

«Gent. mo Presidente – scrive il tifoso che ha lanciato l’iniziativa – la invitiamo ad una maggiore presenza in Italia. Stia vicino alla squadra come facciamo noi. La sua mancanza si avverte ad ogni livello. La preghiamo di rendersi conto di persona della situazione in cui versa il club. Parli con le persone, incontri la città. A questo scopo le abbiamo comprato un biglietto aereo per Bologna». 

LEGGI ANCHE Anticipi e posticipi del Bologna 

Invito e provocazione a uno degli uomini più ricchi del pianeta che viaggia col jet personale. C’è l’hashtag, #WeAirOne, che fa il verso al #WeAreOne che è lo slogan del club.

In serata lo stesso Saputo ha declinato l'invito: dopo aver messo a corrente il club che per 'pregressi impegni' nel weekend non farà un blitz in città, ha poi comunicato direttamente la sua decisione via mail a 'Futuro rossoblù', l'associazione nata nel 2010 durante la complessa operazione di salvataggio del club che oggi conserva un posto simbolico nell'assemblea dei soci del Bfc.

Ferma e garbata, nonché agevolata dai canali di Casteldebole, a stretto giro di posta è arrivata la doppia risposta di Saputo, che da un lato ha comunicato ai tifosi l'impossibilità di fare un salto a Bologna domenica, dall'altro ha aperto alla possibilità di incontrare i membri dell'Associazione. «Quando tornerò a Bologna (verosimilmente per il derby col Sassuolo del 30 marzo, ndr) vi incontrerò volentieri», ha risposto Joey. Con la speranza che quel giorno il suo Bologna sia ancora in piena corsa per la salvezza.

I soldi raccolti (587 euro del biglietto) andranno alla onlus ‘Bimbo Tu’.