Bologna, 19 aprile 2019 – “Tutte e due le squadre giocheranno per vincere, spero sarà una bella partita. Non sarà facile uscirne da vincitori”. Chi lotta per la salvezza (il Bologna) e chi per un posto in Europa League (la Sampdoria) ma con un obiettivo simile: uscire dal Dall’Ara, domani, con tre punti in tasca per poter proseguire sul proprio cammino personale. La descrive come una gara difficile, Sinisa Mihajlovic, quella che i suoi rossoblù affronteranno domani (ore 15, diretta tv su Sky) al cospetto della squadra di Giampaolo: “Loro arrivano dal derby vinto, noi siamo in casa nostra dove se giochiamo come sappiamo abbiamo molte possibilità di vincere”.

Vittoria che non è però arrivata a Firenze, poco meno di una settimana fa: “E’ stato un punto importante, abbiamo fatto bene in fase difensiva ma dal punto di vista offensiva abbiamo offeso poco. Ogni partita è una storia a sé, domani vedremo che succederà”.

E, proprio domani, potrebbe toccare a Destro provare a risolverla, entrando a gara in corso: “E’ recuperato, non ha più problemi e si è allenato con noi. E’ disponibile, ma nelle gambe ha mezzora di gioco”.
Chi invece non ci sarà causa squalifica è Mitchell Dijks, che rientrerà contro l’Empoli; al suo posto è favorito per una maglia da titolare Calabresi, con Mbaye che si sposterebbe sull’altra fascia: “Non abbiamo tante scelte, abbiamo due alternative. La notte porta consiglio, decideremo dopo l’ultimo allenamento. Mattiello è recuperato se dovesse servire a gara in corso. In attacco Edera non ha ancora i 90 minuti nelle gambe”.

Capitolo Sampdoria: “E’ sempre casa mia. Da giocatore sono andato là in un momento di difficoltà, è stata una piazza perfetta e lì ho fatto 4 anni bellissimi. Ebbi un rilancio che mi permise di allungare la carriera, andai ad allenare per pareggiare il debito che avevo con loro. Abbiamo fatto degli ottimi campionati, sono stato molto bene lì”.

Il Bologna, nello sprint finale, si troverà a giocare 4 partite su 6 tra le mura domestiche: “Potrebbe essere un vantaggio, domani mi aspetto di vedere lo stadio pieno. I ragazzi hanno sempre dato il massimo, hanno sempre provato a vincere. Il campionato è aperto a tutto, noi però dobbiamo guardare solo a noi stessi e andare avanti per la nostra strada”.

Il tema della settimana, fuori dalle mura di Bologna, è stato sicuramente l’eliminazione dalla Champions della Juventus per mano dell’Ajax: “Gli olandesi vanno in campo con la testa libera, per divertirsi e giocare. E’ quello che vorrei anche per i miei giocatori, che non pensassero al risultato, che è solamente una conseguenza di ciò che si fa in campo. Più sei preoccupato e meno chance hai di vincere”.

L’ultima battuta è su Quagliarella, protagonista fin qui di una seconda giovinezza con la maglia della Sampdoria: “Speriamo domani non segni, magari si prende un turno di riposo. Però dipende anche da noi e da come lo marchiamo”.

I convocati 

L'infermiera si svuota, con Mihajlovic che può finalmente contare su tutti i componenti della sua rosa, eccezion fatta per Mitchell Dijks e Federico Santander, fermati per un turno dal giudice sportivo. Per la gara di domani contro la Sampdoria il tecnico serbo avrà nuovamente a disposizione Destro, Edera e Mattiello, out nelle scorse gare. 

Di seguito i convocati per la sfida di domani. 

Portieri: Da Costa, Santurro, Skorupski.

Difensori: Calabresi, Danilo, Helander, Lyanco, Mattiello, Mbaye, Paz.

Centrocampisti: Donsah, Dzemaili, Krejci, Nagy, Poli, Pulgar, Soriano, Svanberg, Valencia.

Attaccanti: Destro, Edera, Falcinelli, Orsolini, Palacio, Sansone.