Cagliari Bologna
Cagliari Bologna

Cagliari, 3 marzo 2021 - Un Bologna spuntato e che recrimina quello che perde per 1 a 0 alla Sardegna Arena contro il Cagliari: spuntato, perché la produzione offensiva vista sabato sera contro la Lazio è sembrata un lontano ricordo, che recrimina perché, a 10’ dal termine della partita, un mani di Nandez in area non è stato ravvisato da Di Bello, con l’episodio che poteva dare un altro indirizzo alla gara. Alla fine la decide Rugani con un colpo di testa nel primo tempo - errore di Orsolini - con il Bologna che nel corso dei 90’ di gioco non ha mai davvero impensierito Cragno. Una sconfitta che fa male e che dà fastidio, soprattutto alla luce del Bologna versione ammazza-big vista sabato: c’è ancora tanto da lavorare per Mihajlovic, ma il mancato fischio di Di Bello pesa, e non poco.

La partita

Una sola novità rispetto alla gara vinta contro la Lazio per il Bologna di Mihajlovic: fuori Danilo, squalificato, dentro il giovane Antov, al debutto. Il Cagliari di Semplici si affida a Joao Pedro e Simeone, in difesa c’è Rugani.

Tredici minuti e primo stop: le panchine e i 22 in campo si fermano per omaggiare la memoria di Davide Astori, scomparso il 4 marzo del 2018. Il Cagliari preme, il Bologna si difende: al 19’ Antov salva sulla linea di porta dopo la parata di Skorupski sul tiro di Simeone, da distanza ravvicinata. Ma, sul calcio d’angolo successivo, la torre difensiva crolla: cross di Marin, colpo di testa di Rugani, che salta sopra a Orsolini e insacca. Intorno alla mezz’ora secondo guaio di serata per Mihajlovic, che perde Dominguez per infortunio - guaio dalle parti del ginocchio - ed è costretto a giocarsi il primo cambio di serata, inserendo Schouten. Prima frazione che si conclude col destro di Barrow, nel recupero, murato dalla difesa del Cagliari: padroni di casa più aggressivi, Bologna molto timido.


Parte meglio nella ripresa la squadra di Mihajlovic: ci prova subito Svanberg su suggerimento di De Silvestri, con lo svedese che replica una decina di minuti più tardi, non trovando la porta con un destro a giro. Doppio cambio in casa Bologna al 20’: dentro Vignato e Skov Olsen, fuori Mbaye e Orsolini, squadra rivoluzionata e rossoblù schierati con la difesa a 3.

Il Bologna continua a non sfondare ma, soprattutto, a non tirare in porta, in una serata caratterizzata dalla sterilità offensiva dei ragazzi di Mihajlovic: comoda per Cragno la conclusione di Vignato alla mezz’ora, poco prima degli ingressi di Palacio e Medel. I rossoblù emiliani continuano a provarci e recriminano, al 38’, per un mani di Nandez in area non sanzionato da Di Bello, che fa proseguire: Schouten ammonito al 40’ (l’olandese, diffidato, salterà il Napoli), col il numero 30 che salva sulla linea di porta dopo un gol di testa di Pavoletti. Il Bologna ci prova, ma non sfonda: seconda vittoria di fila per il Cagliari, Sardegna indigesta per Mihajlovic e i suoi.

Serie A, risultati e classifica in tempo reale

Mihajlovic: "Mi aspettavo di più dagli attaccanti"

Così Sinisa Mihajlovic al termine della gara persa dal suo Bologna: "Mi aspettavo di più dagli attaccanti. Barrow deve giocare in attacco, quando si perde non va tutto male, bisogna guardare non solo ai risultati. Tutta la squadra ha fatto un passo indietro, soprattutto gli attaccanti: difensivamente non siamo andati male, abbiamo subito solo in occasione del gol, Rugani non è stato marcato bene. Antov ha fatto quello che doveva fare, loro hanno fatto poco, quello che ha fatto lo ha fatto bene: a parte il gol, che doveva essere lui su Rugani, ha fatto quello che poteva fare in questo momento. Il rigore? Siamo sempre lì. A noi il Var butta fuori un uomo (Hickey contro il Sassuolo, ndr), poi magari c’è un rigore e va tutto bene. Se era dall’altra parte vai tranquillo che avrebbe dato il rigore. Var? Quest’anno decisioni sempre contro". Intanto, Nicolas Dominguez, uscito anzitempo nella prima frazione, non ha avuto un problema al ginocchio bensì all'anca: risentimeno che verrà valutato nei prossimi giorni.

Il tabellino 

Cagliari - Bologna 1-0

Cagliari (3-5-2): Cragno; Rugani (1’ st Ceppitelli), Godin, Klavan; Zappa (37’ st Asamoah), Marin (34’ st Deiola), Duncan, Nainggolan, Nandez; Simeone (16’ st Pavoletti), Joao Pedro (37’ st Cerri). Allenatore: Semplici. A disposizione: Aresti, Vicario, Calabresi, Pereiro, Tripaldelli, Walukiewicz.

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; De Silvestri, Antov (30’ st Medel), Soumaoro, Mbaye (19’ st Vignato); Dominguez (32’ pt Schouten), Svanberg (30’ st Palacio); Orsolini (19’ st Skov Olsen), Soriano, Sansone; Barrow. Allenatore: Mihajlovic. A disposizione: Da Costa, Ravaglia, Annan, Juwara, Khailoti.

Reti: 19’ pt Rugani (C).
Note: ammoniti Nandez (C), Antov (B), Schouten (B), Cerri (C). Recupero 2’ e 5’.
Arbitro: Di Bello di Brindisi.







Cagliari Bologna, rivivi la partita minuto per minuto