Allenamenti del Bologna (FotoSchicchi)
Allenamenti del Bologna (FotoSchicchi)

Bologna, 28 maggio 2020 – Questa volta il sospiro di sollievo, in casa Bologna, si può dire completo: il membro dello staff che ieri era risultato ‘sospetto positivo’, ha già completato altri due tamponi che hanno dato entrambi esito negativo. Il primo dei due, il cui risultato era stato reso noto dal club questa mattina, aveva permesso al gruppo-squadra di poter affrontare la giornata con minor angoscia, mentre il secondo ha ufficialmente dato il via libera per il ritorno alla normalità.

Ripresa serie A Bologna, Spal e Sassuolo attendono certezze

Normalità  verso la quale ci si tornerà a muovere già da domani di allenamenti di gruppo – la giornata di oggi, infatti, è stata caratterizzata da sedute di lavoro individuali con distanziamento tra i giocatori della squadra di Mihajlovic, arrivati scaglionati al centro tecnico – per potere, come detto, continuare a muoversi verso quello che si spera poter essere il ritorno in campo.

‘Pericolo’ ritiro dunque scongiurato per i rossoblù, che potranno, al termine di ogni seduta di allenamento, fare ritorno a casa, senza dover rimanere in clausura 14 giorni, possibilità che si profilava nel caso in cui il membro fosse risultato positivo ai due tamponi ravvicinati.

Questo invece il comunicato del club in merito alla vicenda: "Il secondo e definitivo test di controllo effettuato sul componente del gruppo-squadra il cui esame di martedì scorso aveva evidenziato un risultato dubbio, ha dato ancora esito negativo. Da domani dunque la squadra potrà riprendere il regolare programma di allenamento".