Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
20 mag 2022

Genoa Bologna Fc, Mihajlovic: "Daremo il massimo per i tifosi"

Il mister rossoblù:  "A Sassuolo, dopo una brutta partita, ci hanno sostenuto e applaudito. Una cosa che ho visto poche volte in carriera". Tanti giovani tra i convocati

20 mag 2022
giacomo guizzardi
Sport
featured image
Bologna Fc, Mihajlovic punta a battere il Genoa
featured image
Bologna Fc, Mihajlovic punta a battere il Genoa

Bologna, 20 maggio 2022 – Prima di iniziare un appunto: “Essendo l’ultima conferenza di questa stagione vorrei ringraziare tutti coloro che lavorano al Bologna dietro le quinte. Sono persone che ci permettono di lavorare bene e con serenità. E ringrazio anche i tifosi, splendidi durante tutto l’anno. Contro il Sassuolo, dopo una partita schifosa, ci hanno sostenuto e applaudito: una cosa che ho visto poche volte in tanti anni di carriera”.

Parola di Sinisa Mihajlovic, che ha presentato la sfida di domani, l’ultima, contro il Genoa (ore 17.15). Bologna che viene, però, da due sconfitte di fila: “Per noi tutte le partite dovrebbero essere significative e importanti. Non mi aspettavo due partite del genere. Potevamo fare il record di punti: la gara contro il Sassuolo non mi è piaciuta, abbiamo spento l’interruttore. Per uno come me, vedere la squadra che non combatte è la cosa peggiore che potesse succedere. Ognuno di loro le motivazioni deve trovarle dentro sé stesso. Domani mi aspetto sì una gara difficile, lo stadio sarà pieno, faranno di tutto per dare una soddisfazione ai loro tifosi”. Domani, contro il Genoa, una chance potrebbero trovarla quattro ragazzi della Primavera, anche se Mihajlovic placa i bollenti spiriti: “In questi quattro anni ho dimostrato che quando c’è bisogno e possibilità lo spazio ai giovani lo ho sempre dato. Aggregheremo i quattro giocatori della Primavera, Amey, Urbanski, Raimondo e Stivanello e vedremo domani se e quanto farli giocare. L’idea mia e della società è quella di aggregarli per l’anno prossimo”.

Una stagione che rischia di concludersi a 43 punti o, in caso positivo, anche a 46: “È una squadra con personalità che se la può giocare con tutti. Avendo in squadra molti giovani ci sono dei rischi. Grazie all’aiuto di giocatori più esperti questi giovani crescono, si valorizzano: anche Aebischer e Kasius, pensavo ci volesse più tempo per aggregarsi ma hanno fatto invece grossi passi in avanti anche per giocare da titolare”.

A Bologna, intanto, è arrivato il patron del Bologna, Joey Saputo, che ieri sera ha avuto modo di assistere alla gara del Bologna Legends: “Sono sicuro ci parlerò o oggi o domani. Vedremo. Di sicurezze non ce ne sono, le altre cose si discutono, se ne parla. Ho già espresso ciò che penso: io voglio essere giudicato dal punto di vista tecnico, non per altri fattori. Se dovesse dipendere solo da me io so cosa vorrei fare, ma le cose si fanno in due. Sicuramente ci incontreremo, vedremo cosa uscirà dall’incontro”.
Le sirene di mercato, intanto, iniziano a suonare anche per Marko Arnautovic, che domani va a caccia del suo 15° gol in campionato: “Il mercato non dipende da me. Io posso dare il mio parere, ma è la società che decide. Ha fatto 14 gol, potrebbe esserci anche un fondo di verità in questi interessamenti. Per noi è sicuramente un giocatore importante”.

Chiusura sul campionato e sull’assegnazione dello scudetto, che si deciderà domani: “L’Inter, il Milan e il Napoli potevano vincere lo scudetto a inizio anno. A me sarebbe piaciuto lo vincesse il Napoli, sarebbe stato bello avesse vinto una squadra non del nord. Tra Milan e Inter non ho preferenze, in ogni caso sarà meritato. Vedremo se vincerà la squadra più forte o quella più continua. Sono curioso di vedere le gare di domenica”.

In sala stampa presente, per l’ultima conferenza prepartita dell’anno, anche il capitano del Bologna, Roberto Soriano: “Domani ci devono essere molte motivazioni, dobbiamo chiudere bene la stagione. Ho letto che il mister ha detto che eravamo in vacanza: non penso, volevamo vincere all’ultima in casa e non ci siamo riusciti. MI sarebbe piaciuto arrivare un po’ più in alto in classifica. Mi sono portato dietro tutta la stagione il fardello del non segnare: non è stato bello, non ho vissuto bene la situazione. Non mi sono mai tirato indietro, cerco sempre di dare tutto per la squadra. Forse qualche mio gol avrebbe aiutato la squadra. Futuro? Io qui sto bene, e con me la mia famiglia. I primi sei mesi sono stati i più emozionanti. Quando ci sarà la possibilità parlerò con la società e troveremo un accordo”.

I convocati di Genoa Bologna

Tanti i 'big' esclusi da Mihajlovic in quest'ultima trasferta stagionale: non sono infatti presenti nella lista anti-Genoa Skorupski, Soumaoro, Medel e Soriano. Dentro, invece, cinque giocatori della Primavera, ovvero Bagnolini, portiere, i difensori Amey e Stivanello, il centrocampista Urbanski e l'attaccante Raimondo. 
Di seguito la lista completa per la gara di domani (ore 17.15). 

Portieri: Bagnolini (23), Bardi, Molla.
Difensori: Amey (66), Binks, Bonifazi, De Silvestri, Dijks, Hickey, Kasius, Mbaye, Stivanello (31), Theate.
Centrocampisti: Aebischer, Dominguez, Schouten, Svanberg, Urbanski (82), Vignato.
Attaccanti: Arnautovic, Barrow, Orsolini, Raimondo (76), Sansone.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?