Il gran gesto atletico di Danilo (LaPresse)
Il gran gesto atletico di Danilo (LaPresse)

Bologna, 10 febbraio 2019 - Un Mihajlovic deluso per come è andata ma molto soddisfatto della prestazione del suo Bologna quello che si è presentato in sala stampa al termine del pareggio casalingo contro il Genoa che ha permesso ai rossoblù di agganciare l’Empoli a 18 punti: “La fortuna bisogna anche meritarsela, devo dire che sapevamo che questa partita sarebbe stata più difficile mentalmente. L’unica cosa che non mi è piaciuta è che dopo il gol ci siamo abbassati troppo, abbiamo avuto paura di vincerla. Nel secondo tempo abbiamo comunque fatto bene, peccato che non siamo riusciti a vincerla, l’avremmo meritata ma il calcio è così. L’importante è la prestazione, se giochiamo come piace a me abbiamo possibilità di vincere, giocare per vincere e con coraggio. Voglio la prestazione e che ognuno osi senza perdere equilibrio”.

BOLOGNAFC_36887450_144815

La gara di oggi ha visto il ritorno al gol di Mattia Destro, quasi 365 giorni dopo l’ultimo, sempre contro il Genoa: “Io con Mattia ci parlo tutti i giorni cercando di fargli capire che è un giocatore importante e che deve cambiare atteggiamento, che deve dare il massimo. A partire il primo giorno fino ad oggi si è sempre allenato bene, aldilà del gol ha fatto quello che doveva fare, si è sacrificato. Se riusciamo a recuperarlo abbiamo più possibilità di salvarci. Ogni giorno deve fare sempre di più”.

Poi una piccola disamina anche sui valori degli avversari: “Sulla sinistra c’era Kouamè e penso che Mbaye abbia fatto bene, dall’altra parte Mattiello ha preso ieri una botta alle costole e ha giocato comunque, anche se gli ultimi minuti non riusciva più a giocare e lo devo ringraziare per essere rimasto in campo. Avevamo giocatori offensivi, era importante alla fine che stesse più bloccato, in generale la squadra ha fatto bene, posso anche capire la loro situazione dopo quello che è successo in questi mesi. Lavoreremo su questo, loro sono come un pugile, dopo che dai un cazzotto a uno non devi aspettare che si rialzi. Il pubblico è stato soddisfatto, quando miglioreremo la condizione fisica allora potremmo fare di più. Quella di Edera è stata la prima partita, era un po’ timido, deve prendere sicurezza ma ha spunto e un bel piede sinistro; andando avanti si toglierà la timidezza e sarà decisivo”.

Ad inizio ripresa i rossoblù sono apparsi decisamente più decisi e sicuri di loro stessi: “All’intervallo ho fatto capire loro che avevamo smesso di giocare e che giocando con paura non saremmo riusciti a portare a casa il risultato. Non c’era bisogno di fare niente, solo di fargli capire le cose, loro sanno che per giocare a Bologna devono avere coraggio, mi arrabbio solo se vedo qualcuno con l’atteggiamento sbagliato. L’importante è che faccia scuola per le prossime partite, la mia squadra si prenderà sempre qualche rischio in più ma la prestazione dovrà sempre essere coraggiosa”.

L’attenzione, però, è già sulla gara di Roma: “Noi pensiamo partita per partita, preparandole allo stesso modo, con la nostra mentalità e andando a giocarsele. Tutte le partite iniziano zero a zero. Oggi i ragazzi hanno cercato di vincerla fino all’ultimo, se avessimo vinto non avremmo rubato nulla. Il Genoa nel secondo tempo è stato poco pericoloso. Questa è la mentalità che voglio, il loro portiere è stato bravo ma lo spirito è quello giusto e la prestazione mi è piaciuta”.

Sul gol preso dai suoi Mihajlovic taglia corto, rimandando eventuali analisi al lavoro settimanale: “Noi marchiamo a zona, è sbucato e ha fatto gol. Quando si prende gol c’è sempre qualcosa che non funziona. In settimana guarderemo dove abbiamo sbagliato. Quando ti prende un po’ di paura di vincere diventa tutto un po’ più difficile”. 

Ai microfoni di Dazn è intervenuto Rodrigo Palacio, oggi autore di una gara di sacrificio e che, in virtù del cartellino giallo rimediato nella ripresa, sarà costretto a saltare la trasferta contro la Roma: “Abbiamo dato tutto, creando tante occasioni fino alla fine ma il loro portiere è stato bravissimo. Il Bologna è vivo e lo dimostra, ma abbiamo bisogno di un’altra vittoria per risalire in classifica”. Dopo l’arrivo di Mihajlovic il clima a Bologna pare essersi risollevato, e anche Palacio se n’è accorto: “In questo momento in spogliatoio c’è entusiasmo, io cerco di fare la mia parte ma non mi sento imprescindibile. Anzi c’è bisogno di tutti noi per conquistare la salvezza, c’è ancora tanto da correre e da fare, in particolare ora che ci aspetta una serie di partite molto difficili”.

In sala stampa si sono invece presentati Giancarlo Gonzalez e Mattia Destro; il difensore centrale costaricano, che ha ritrovato la titolarità dopo l’infortunio di Lyanco, ha così commentato la prestazione di oggi: “Sul gol non c’è stato un errore particolare, può capitare che chi arriva da dietro in corsa sia avvantaggiato. Dopo però abbiamo ripreso le redini del match e siamo stati più volte pericolosi. Sfortunatamente non siamo riusciti a trovare il gol vittoria, ma la prestazione positiva rimane”. Gonzalez ha ben chiaro da dove riprendere il cammino per la salvezza: “Dobbiamo ripartire da questi 4 punti per ritrovare fiducia, una partita così forse due mesi fa l’avremmo persa. Il cambio di metodologia di allenamento si fa sentire”

L’attaccante, invece, ritornato al gol dopo quasi un anno, si è detto soddisfatto a metà per il risultato di oggi: “Sono dispiaciuto per il risultato perché oggi meritavamo la vittoria, sarebbe stata la giornata perfetta ma sono contento di essere tornato al gol”. L’attaccante sembra avere anche acquisito una consapevolezza diversa rispetto al passato: “So che in campo dipende tutto da me, ma sentire di avere la fiducia dell’allenatore aiuta. Fisicamente sono un po’ indietro ma spero con gli allenamenti di tornare al 100%”.

In sala stampa è intervenuto anche il mister genoano, Cesare Prandelli, che si è detto tutto sommato soddisfatto del risultato finale e della reazione dei suoi al termine dei novanta minuti: “In certi momenti abbiamo sofferto, ma abbiamo lottato fino alla fine e abbiamo ottenuto un buon risultato. Mi è piaciuta molto la prestazione di Radu. Dopo il gol c’è stata una buona reazione poi il Bologna nella parte finale della partita ci ha fatto soffrire”.