Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
14 giu 2022

Bologna Fc mercato, Di Vaio saluta Svanberg e congela Hickey

Il nuovo diesse: "Mattias e l’agente hanno idee diverse dalle nostre. Aaron via solo con l’offerta giusta"

14 giu 2022
marcello giordano
Sport
BOLOGNA - LAZIO CAMPIONATO CALCO SERIE A TIM 03.10.2021
NELLA FOTO   ESULTANZA MATTIAS SVANBERG E AARON HICKEY A FINE PARTITA   
©VILLANI/AGENZIA ALDO LIVERANI SAS
Mattias Svanberg e Aaron Hickey
BOLOGNA - LAZIO CAMPIONATO CALCO SERIE A TIM 03.10.2021
NELLA FOTO   ESULTANZA MATTIAS SVANBERG E AARON HICKEY A FINE PARTITA   
©VILLANI/AGENZIA ALDO LIVERANI SAS
Mattias Svanberg e Aaron Hickey

Bologna, 15 giugno 2022 - Ha fatto un passo indietro negli ultimi mesi, con l’obiettivo e la speranza di poterne fare due avanti in vista della svolta societaria: speranze che sono diventate realtà per Marco Di Vaio. Nel giorno della presentazione di Giovanni Sartori, il Bologna ufficializza anche la nomina a diesse dell’ex capitano, che torna a parlare all’insegna della chiarezza comunicativa, sfruttando una metafora calcistica: "Sono una persona ambiziosa, ho sperato a lungo in questa promozione: da attaccante ho provato ad approfittarne e mi sono buttato nello spazio, ma per fare gol dovrò fare cose importanti. Via via ho dovuto cambiare la mia mentalità, da calciatore a dirigente e ringrazio le persone che mi hanno aiutato in questi anni: Bigon mi ha formato come scout, Sabatini mi ha fatto scoprire un modo diverso di interpretare il ruolo. Corvino? Non è stato semplice lavorare secondo le sue metodologie, ma sicuramente oggi ho capito cose che all’epoca non capivo, ragionando ancora con la testa del calciatore". Bologna Fc, Svanberg ora il club passa all’attacco - Bologna Fc mercato, Sartori e Saputo: "Arnautovic non si vende" Chiarezza è la parola d’ordine: "Si è detto tanto sul mio ruolo negli anni. Vista la presenza contemporanea di due diesse ultimamente ho fatto un passo indietro. Ora voglio aiutare Sartori, abbiamo stabilito che quando lui viaggerà per visionare calciatori io resterò vicino alla squadra e viceversa. Lui comanda e decide, io sono il suo braccio destro, ma all’interno di una squadra". Sartori porta a Bologna una decina di suoi uomini di fiducia, alcuni dei quali sparsi in giro per il mondo a vedere partite e calciatori: "Avremo tutti la possibilità di essere valutati e di crescere professionalmente: per me e la squadra scout che è stata confermata lavorare con Sartori è una grande opportunità". Le opportunità il Bologna ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?