Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
1 apr 2022

Mihajlovic parla al Bologna, ecco cosa ha detto alla squadra

L'allenamento è stato anticipato da un collegamento via webcam con il mister dal Sant'Orsola, che ha voluto spiegare ai suoi ragazzi cosa li attende

1 apr 2022
giacomo guizzardi
Sport
USCITA DI  MIHAILOVIC  DALL OSPEDALE  SANT  ORSOLA
Sinisa Mihajlovic fuori dall'ospedale Sant'Orsola di Bologna
USCITA DI  MIHAILOVIC  DALL OSPEDALE  SANT  ORSOLA
Sinisa Mihajlovic fuori dall'ospedale Sant'Orsola di Bologna

Bologna, 1 aprile 2022 – Assenze giustificate. È passata quasi una settimana dalla conferenza stampa di Sinisa Mihajlovic che, nel bel mezzo della pausa per le Nazionali, e quindi con diversi giocatori lontani da Casteldebole (Skorupski, Aebischer, Medel, Barrow, Svanberg, Theate, Vignato e Arnautovic), raccontava alla stampa come la malattia avesse deciso di tornare a sfidarlo, mostrando, come detto dal tecnico, ‘coraggio per ripresentarsi’.

Approfondisci:

Mihajlovic, il toccante post della figlia Virginia

Mihajlovic parla ai suoi ragazzi in videoconferenza (un frame del video)
Mihajlovic parla ai suoi ragazzi in videoconferenza (un frame del video)

Proprio per questo motivo l’allenamento di quest’oggi, andato in scena al Galli di Casteldebole con tutta la truppa rossoblù, è stato anticipato da un collegamento via webcam proprio di Mihajlovic che, approfittando della presenza di tutti gli effettivi a Casteldebole, ha voluto spiegare ai suoi ragazzi cosa li attende nelle prossime settimane, dalle cure al percorso che dovrà seguire al Sant’Orsola. Alcuni giocatori, purtroppo, a questa situazione andarono incontro già nell’estate del 2019, quando Mihajlovic annunciò al mondo che iniziava la sua personale battaglia contro la malattia. Incontro sereno e clima positivo in vista di un finale di stagione da non sbagliare sotto nessun punto di vista: Mihajlovic, anche a distanza, ha ricevuto rassicurazioni dai suoi in merito a questo aspetto.

"Non mollerò e lotterò per voi"

"Non ci sarò fisicamente - ha detto - ma mentalmente ci sarò sempre, la camera è allestita, vedo tutti gli allenamenti e le partite sono in collegamento con lo staff. Io nella mia stanza di ospedale non mollerò un centimetro e lotterò per voi e sono sicuro che voi lotterete per me. Abbiamo superato tutto questo già una volta e voi siete stati meravigliosi: possiamo rifarlo, non ho dubbi e sono sicuro che sarà così. La vita non si vive in assenza di problemi ma nonostante i problemi non è una linea dritta, ci sono anche le buche, ma ci rialziamo. E niente paura a San Siro, nonostante i 60mila spettatori. Andate e giocate".

Approfondisci:

Zaki a Mihajlovic: "Sei un combattente, guarisci presto"

​L'allenamento

Venendo al campo, invece, il terzultimo allenamento prima della trasferta di lunedì sera contro il Milan ha visto un Bologna ancora privo di un De Silvestri colpito da una lesione di primo grado al bicipite destro, con l’esterno che tornerà a disposizione tra circa un mese. Passi in avanti per Dominguez dopo l’operazione alla spalla, anche se per rivedere l’argentino tornare in campo occorrerà un po’. Dopo la microfrattura al mignolo del piede continua a lavorare a parte Roberto Soriano: il capitano vorrebbe stringere i denti, ma la sua presenza, al momento, è in dubbio, con i prossimi due allenamenti decisivi per capire se il numero 21 sarà o meno arruolabile. Seduta differenziata anche per Kingsley dopo l’infortunio al perone del 21 ottobre scorso.
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?