Sinisa Mihajlovic (FotoSchicchi)
Sinisa Mihajlovic (FotoSchicchi)

Milano, 21 settembre 2020 – “I ragazzi hanno fatto bene, sono rimasti in partita fino alla fine ma gli episodi sono stati tutti a loro favore. Loro hanno Ibrahimovic, noi no, quello che hanno creato è stato grazie a lui. Abbiamo fatto più tiri in porta, creato più occasioni ma loro sono più forti”.

Prova a cercare del buono al termine della sconfitta contro il Milan per 2 a 0 Sinisa Mihajlovic, gara d’esordio del suo Bologna che ora dovrà provare a guardarsi intorno sul mercato: “Supryaga? Noi non siamo in grado di prendere un giocatore che cambi il nostro volto: abbiamo deciso di puntare sui giovani, se non dovesse arrivare andremo avanti così”.

Un Bologna che non è riuscito a pungere (“Orsolini? Davanti aveva un brutto avversario, è stato un duello equilibrato, ha fatto quello che volevo”) e che ha concluso la gara in dieci uomini, causa espulsione di Dijks: “Non voglio parlare degli arbitri. Quante ammonizioni abbiamo preso oggi? Oramai parlo a vuoto, non giocherà contro il Parma ma è meglio se non parlo degli arbitri”.

Intervistato a fine gara anche Takehiro Tomiyasu, autore di una prova concreta contro un avversario difficile come Ibrahimovic: “Per me è stata una gara difficile perché Ibrahimovic oltre che un calciatore forte è fisicamente grosso e in campo ho dovuto usare tanto la testa. Mi trovo bene a giocare da centrale, è un ruolo che ricopro anche in nazionale. So che devo ancora migliorare e lo sto facendo grazie al Mister e a Danilo che in allenamento mi danno molti suggerimenti. A fine gara il mister non era arrabbiato: secondo lui abbiamo fatto bene provando a giocare per vincere fino alla fine, siamo positivi e da domani cominciamo a lavorare sulla prossima gara”.

All’indomani della gara di San Siro, martedì, allenamento mattutino alle ore 11 a Casteldebole, a porte chiuse.