Napoli Bologna, i rossoblù contestano il rigore dato al Napoli
Napoli Bologna, i rossoblù contestano il rigore dato al Napoli

Bologna, 28 ottobre 2021 -  Non arriva la prima vittoria di 'nonno' Mihajlovic che, contro il Napoli, vede il suo Bologna sprofondare per 3 a 0 sotto i colpi degli azzurri di Spalletti, costretto alla tribuna a causa della squalifica rimediata contro la Roma. Dopo il ko contro il Milan, dunque, seconda sconfitta di fila per i rossoblù, che recriminano per i due rigori assegnati agli azzurri ma, che soprattutto, trovano il primo tiro verso la porta partenopea a fine secondo tempo, a dimostrazione di una fase offensiva zoppicante. Lunedì, contro il Cagliari, torneranno Soriano, Soumaoro e con ogni probabilità Arnautovic: obiettivo vincere.

Le formazioni

Mihajlovic sorprende tutti, rispetto alle indicazioni della vigilia, e lancia dal 1’ Vignato e Mbaye – alla sua prima presenza quest’anno, assente dall’11 iniziale dal 21 aprile scorso – al posto di Schouten e Skov Olsen. In difesa arretra De Silvestri, in avanti Orsolini a sostegno di Barrow, con l’ex Chievo Vignato nei panni di Soriano. Nel Napoli, invece, tutto confermato: davanti Insigne e Lozano ai lati di Osimhen, a centrocampo Anguissa e Ruiz completano il reparto insieme ad Elmas.

Napoli Bologna: rivivi l'emozione del match

La partita

Il primo squillo della gara arriva al 10’: azione insistita del Napoli, pallone che arriva fuori area dove ci prova di prima Mario Rui, trovando la pronta risposta di Skorupski, che blocca la sfera. Cinque minuti dopo il Bologna rischia di crollare, dopo una ripartenza degli azzurri: Osimhen trova Insigne, che a tu per tu con Skorupski tenta il colpo sotto, vedendosi negare il gol dal preciso intervento di Medel. E il terzo tentativo è quello giusto: sanguinosa palla persa da Svanberg sulla trequarti, Fabian Ruiz ha lo spiraglio libero e al 18’ calcia bene col mancino, battendo da fuori area il portiere del Bologna. A 8’ dal termine la situazione si complica per il Bologna: cross di Insigne, Medel va a contrasto con Osimhen e colpisce la palla di mano, ma Serra fischia fallo per i rossoblù. La situazione si ribalta al Var, con l’arbitro della sezione di Torino che dopo aver consultato il monitor decide per il penalty. Insigne non sbaglia, 2 a 0 Napoli al 41’, dopo tante recriminazioni da parte del Bologna.

Ripresa al via con gli stessi 22 in campo: al 13’ fa paura Osimhen, che con un destro da fuori non trova lo specchio, mentre un minuto dopo è Di Lorenzo che spaventa la difesa rossoblù, ma la conclusione del terzino non centra lo specchio. E al 15’, altro patatrac: Osimhen attira due giocatori, Mbaye nel tentativo di anticiparlo fa fallo e Serra indica nuovamente il dischetto. La revisione al monitor questa volta non c’è, ma non cambia neanche l’esito: Insigne dagli 11 metri, Skorupski intuisce ma serve a poco, con il 24 azzurro che segna il 3 a 0. Mihajlovic cambia qualcosa e inserisce Skov Olsen per Mbaye, ma il Bologna continua a essere inconcludente davanti. Alla mezzora si iscrive alla lista dei tiri pericolosi anche Anguissa, che da fuori colpisce una clamorosa traversa, mentre poco dopo Mihajlovic toglie dal campo anche Dominguez e Vignato, inserendo Binks e Sansone. Al 40’ il primo, vero, tiro in porta da parte del Bologna, con Orsolini che prova a sorprendere Ospina su punizione, senza riuscirci. Nel finale il risultato non cambia: torna alla vittoria il Napoli, seconda sconfitta di fila per il Bologna.

I commenti del dopo partita

"Abbiamo perso contro la squadra più forte, forse avrebbero vinto anche senza i due rigori”. Prova a non trovare alibi Sinisa Mihajlovic al termine della sconfitta per 3 a 0 contro il Napoli di Spalletti, nonostante due rigori che hanno fato infuriare il Bologna. Ma il tecnico serbo una frecciata la manda: “Ma diventa difficile giocare così contro squadre più forti di te, una volta due espulsioni contro, un’altra due rigori a sfavore, così diventa impossibile. I ragazzi han fatto quello che hanno potuto, non posso dire loro nulla, non voglio più però parlare dell’arbitraggio. Un episodio? La gomitata di Osimhen non è stata neanche rivista, io per molto meno ho subito un rigore e un’espulsione. Oggi hanno vinto meritatamente, dobbiamo pensare a noi stessi. Contro il Cagliari dobbiamo cercare di vincere, ma sono fiducioso. Recuperiamo sicuramente Soumaoro e Soriano, vediamo Arnautovic e Schouten".

Un Bologna che ha visto, nell’undici titolare, anche Orsolini, schierato seconda punta al fianco di Barrow: "Ha tutte le caratteristiche per fare bene in quel ruolo: ha gamba, velocità e tecnica, per un mese non avremo Musa Barrow, a gennaio, e sicuramente Orsolini può giocare in quel ruolo. Il Napoli ha la migliore difesa, non solo Orsolini ma tanti attaccanti non trovano spazio contro di loro. Ha fatto bene, abbiamo creato meno di quello che ci potevamo aspettare ma anche gli episodi condizionano la gara".

Su chi potrebbe vincere il titolo a fine anno, con Milan e Napoli al momento a pari punti a quota 28, Mihajlovic si sbilancia: "Io spero che il Napoli vinca lo scudetto, faccio il tifo per loro. Ma sono tutte e due ottime squadre, l’unico problema è quando mancheranno a gennaio quei giocatori importanti. Non so chi vincerà lo scudetto, faccio il tifo per il Napoli".
Chiusura sull’avvenimento più bello della giornata, la nascita della nipotina Violante: "Torno a casa di buon umore, oggi mi è successa una cosa particolare, è la prima volta che divento nonno e non voglio che nulla rovini questa cosa. Desidero ringraziare il ginecologo Izzo dell’Ospedale Fatebeneratelli di Roma, ringrazio anche da parte di mia moglie. Domani (venerdì, ndr) ho allenamento, poi conoscerò Violante. Ora mi ricorderò anche bene del compleanno di Dario (Marcolin, ndr)".

Il tabellino della gara

Napoli – Bologna 3-0

Napoli (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Mario Rui (42’ st Ghoulam); Anguissa (30’ st Demme), Fabian Ruiz; Lozano (20’ st Politano), Elmas (30’ st Mertens), Insigne (20’ st Zielisnki); Osimhen. Allenatore: Spalletti. A disposizione: Meret, Marfella, Jesus, Petagna, Zanoli, Lobotka.
Bologna (3-4-1-2): Skorupski; De Silvestri, Medel, Theate; Mbaye (18’ st Skov Olsen), Svanberg, Dominguez (30’ st Binks), Hickey (36’ st Dijks); Vignato (30’ st Sansone); Orsolini, Barrow (36’ st van Hooijdonk). Allenatore: Mihajlovic. A disposizione: Bardi, Bagnolini, Santander, Schouten, Pyyhtia, Cangiano.
Reti: 18’ pt Fabian Ruiz (N), 41’ pt rig. Insigne (N), 17’ st rig. Insigne (N)
Ammoniti: Anguissa (N), Medel (B), De Silvestri (B).
Arbitro: Serra di Torino. 



Calendario e risultati / Classifica