Mihajlovic in panchina nonostante il recente ricovero (foto Schicchi)
Mihajlovic in panchina nonostante il recente ricovero (foto Schicchi)

Bologna, 1 febbraio 2020 – "Panchina d'oro? Mihajlovic non la merita solo da un punto di vista simbolico, ma anche per il lavoro che ha fatto qui. Cerchiamo di arrivare al risultato fino all'ultimo minuto, non ci tiriamo mai indietro. I ragazzi stanno dimostrando un cambio culturale, il loro obiettivo prima era quello di salvarsi, ora il gruppo sta superando degli step", sorride Emilio De Leo sul riconoscimento che verrà assegnato lunedì dagll'Aiac, l'associazione italiana allenatori, a Coverciano.

“Anche nel momento in cui la partita si era complicata - continua il tecnico di Mihajlovic - abbiamo continuato a credere nel nostro gioco, ma soprattutto nella possibilità che ancora una volta potessimo portarla a casa. In settimana Sinisa ha continuato a responsabilizzare i ragazzi, ha battuto sul senso di responsabilità che dovevano avere anche in sua mancanza”. Si festeggia al termine della gara che il Bologna ha vinto all’ultimo contro il Brescia, per 2 a 1 (FOTO), grazie al quarto gol in campionato di Mattia Bani. 

false

“Ci aspettiamo sicuramente prestazioni positive per come lavora in settimana. Va detto che ha qualità in inserimento e nei colpi di testa, riusciamo a sfruttarle. Abbiamo tanti giocatori che vanno in gol, questa è una bella soddisfazione. Spesso ci hanno accusati di non avere il bomber, ci stiamo dividendo i gol, tutti danno il loro contributo”. Una gara che nasconde però alcune note negative, come l’infortunio di Sansone e il giallo a Poli che costringerà il centrocampista a saltare la trasferta di Roma di venerdì prossimo, per la quale non sarà a disposizione nemmeno Medel:

“Su Sansone lo sapremo meglio lunedì, ha sicuramente un problema al flessore (lo stesso a cui si infortunò contro il Verona, ndr) ma ancora non abbiamo notizie. Ci sono Svanberg o Dominguez che possono sostituire Poli”. Oltre a questo da registrare la crescita esponenziale di Schouten e il buon impatto di Barrow: “Siamo soddisfatti di quello che sta facendo Schouten, sta lavorando bene anche in fase difensiva, nell’ultimo periodo sta migliorando anche nell’aggressività e nel gioco aereo. Barrow? Il nostro obiettivo è quello di far arricchire le sue conoscenze in entrambe le fasi. Gli stiamo chiedendo tanto lavoro, ma è sempre a disposizione”.

In mixed spazio invece a Rodrigo Palacio e a Mattia Bani, entrambi volti della gara di oggi: “Una vittoria importante, era una gara difficile perché il Brescia aveva bisogno di punti ma noi abbiamo giocato bene - ha spiegato Palacio, che poi prosegue - Abbiamo fatto un primo tempo quasi perfetto in cui è mancato solo il gol perché abbiamo sprecato qualche occasione. La chiave di questa squadra è il gruppo che lavora duro e segue il mister, lui per noi è importante: da quando è arrivato un anno fa ci ha cambiato la mentalità. Siamo più maturi, in qualcosa ancora dobbiamo migliorare ma scendiamo sempre in campo con voglia di attaccare e fare la nostra gara, anche oggi dopo il rigore ci abbiamo creduto e abbiamo continuato a giocare. Io sto bene, mi diverto e l’anno prossimo voglio continuare a giocare, spero di rimanere a Bologna”.

Questo invece il pensiero del centrale difensivo ex Chievo: “Sono contento per la vittoria e di aver segnato. Dopo il rigore del Brescia avevo promesso a Mbaye che l’avremmo vinta e così è stato. L’Europa? Dobbiamo pensare gara per gara fino alla salvezza poi vedremo quello che verrà. Quella di oggi è stata una delle nostre migliori prestazioni, prendiamo molti gol, è vero, sappiamo che su questo dobbiamo migliorare e ci lavoriamo tutte le settimane”.

Deluso invece Eugenio Corini, che si è visto sfuggire all’ultima curva la possibilità di portare a casa punti: “Era una partita che sapevamo sarebbe stata difficile, il Bologna ha grandi qualità: eravamo riusciti a trovare il vantaggio ma purtroppo il Bologna dopo poco l’ha pareggiata. La partita l’avevamo portata sin quasi al novantesimo, grande rammarico non portare a casa nessun punto neanche oggi. Il saluto a Mihajlovic? Con me è venuto anche Lanna, che è stato allenato da Sinisa qui a Bologna; gli abbiamo fatto i complimenti per il lavoro fatto e per lo spirito che ha dimostrato”.

La ripresa degli allenamenti è prevista per domenica alle 11, seduta a porte aperte.