Marino Perani (FotoSchicchi)
Marino Perani (FotoSchicchi)

Bologna, 18 ottobre 2017- Era ancora nella pancia di sua mamma Mirella, Joey Saputo quando il 7 giugno del 1964 Marino Perani, assieme agli altri eroi di rossoblù vestiti, vinse lo spareggio Scudetto a Roma contro l'Inter riportando così sotto le Due Torri il Tricolore dopo 23 anni dall'ultima affermazione.

Questa mattina a 77 anni Perani, una delle ali destre per antonomasia del Bologna, è volato via, e il presidente Joey Saputo ha voluto ricordarlo sottolineando ed evidenziando le pagine che Marino occupa nel libro di storia del Bologna: “Con Marino Perani - scrive Saputo sul sito ufficiale del Club - ci lascia un’altra colonna portante della gloriosa storia del nostro Bologna. (...) Con i suoi dribbling, gli scatti e suoi gol ha fatto sognare generazioni di tifosi rossoblù, che oggi lo piangono. Io - aggiunge - ho avuto modo di conoscerlo soprattutto attraverso i racconti di chi lo ha visto giocare e lo ha frequentato nella sua vita bolognese dopo la fine della carriera calcistica, ma in questo momento desidero abbracciare forte la sua famiglia e tutti i nostri tifosi nel ricordo di un grande Campione”.

In ricordo di Marino Perani il Bologna ha anche chiesto alla Lega di poter giocare domenica contro l'Atalanta con il lutto al braccio e di poter osservare prima della gara un minuto di silenzio.