Bologna Roma, l'esultanza del Bologna (FotoSchicchi)
Bologna Roma, l'esultanza del Bologna (FotoSchicchi)

Bologna, 1 dicembre 2021 – Non si passa: dopo la sconfitta di dieci giorni fa, in casa, contro il Venezia, il Bologna torna a fare del Dall’Ara il proprio fortino (FOTO). E lo fa in una serata da ‘big’, visto che nella tana rossoblù cade la Lupa, la Roma, che dalla trasferta bolognese esce con una sconfitta pesante in chiave europea. A decidere la gara che consegna sempre più il Bologna nella parte nobile della classifica è Svanberg, che con la sua rete nel primo tempo indirizza una gara su binari che rimarranno sempre gli stessi fino al novantesimo. Prova monstre del reparto difensivo, ma non mancano le note negative: l’infortunio di Arnautovic non può fare dormire sonni tranquilli a Mihajlovic. Che intanto, però, si gode coi suoi ragazzi il punto numero 24 dopo 15 giornate di campionato. E lo fa festeggiando, a fine gara, insieme ai giocatori in un abbraccio caldo che, in serate come queste, significa tanto di più.

Il focus Mihajlovic dopo la vittoria contro la Roma: "Abbiamo trovato la strada giusta"

Le formazioni

Mihajlovic cambia soltanto un uomo rispetto alla trasferta di La Spezia: dentro Skov Olsen, in panchina Orsolini, con l’alternativa De Silvestri che torna a disposizione. In mezzo al campo straordinari per Svanberg e Dominguez, davanti Arnautovic fa coppia con Barrow. Out Bonifazi per una contusione alla caviglia. Anche la Roma cambia poco: Mourinho deve fare a meno di Pellegrini ma riabbraccia Veretout, che parte dall’inizio, al fianco di Diawara e di Mkhitaryan. Sulle fasce El Shaarawy e Karsdorp, davanti Zaniolo in appoggio ad Abraham.

La partita

Squadre che partono forte: al 6’ il primo a provarci, da fuori, è Veretout, che calibra male e spedisce a lato; replica Barrow, al 9’, ma il destro dopo un buon recupero palla in zona offensiva è debole, e non fa paura. Fa decisamente più paura la punizione che concede Theate al 12’: il destro di Veretout, da posizione angolata, non trova però nessun compagno in area. Ma è soprattutto il minuto 14 quello che porta in dote al Bologna notizie peggiori: Arnautovic alza bandiera bianca per un problema alla coscia, con Mihajlovic che spende il suo primo cambio dopo un quarto d’ora perdendo, in un solo colpo, centravanti di riferimento e leader tecnico della squadra. Al suo posto dentro Sansone. Al 19’ si fa vedere anche Abraham: taglio non letto e colpo di testa di poco a lato, con Skorupski indeciso fino all’ultimo se uscire o meno.

E all’improvviso la sblocca il Bologna, con Svanberg che tira fuori dal cilindro un destro col piattone che trova impreparato Rui Patricio, segnando una rete che, oltre che far scoppiare il Dall’Ara, porta avanti la squadra di Mihajlovic, in una gara che sembrava fin troppo bloccata. Al 42’ Skorupski salva i suoi con un colpo di reni sul tentativo di Abraham, con l’attaccante inglese che, marcato da Svanberg, prova la conclusione addirittura con il ginocchio. Il Bologna chiude avanti: è 1 a 0 al Dall’Ara, ma preoccupa Dominguez, che rimane dolorante a terra.

A inizio ripresa l’argentino resta in campo, mentre a uscire è un ex rossoblù: giù Diawara tra le fila della Roma, dentro Perez. Dopo 7’ di gioco fuori anche El Shaarawy per infortunio e in campo entra Shomurodov, con Mourinho che rimodella i suoi passando a 4 in difesa. Il Bologna sembra però essere maggiormente padrone del campo, e gli sterili tentativi offensivi della squadra giallorossa si infrangono tutti sul muro rossoblù, retto da un Medel in forma straordinaria, con il cileno che al 21’ salva i suoi dopo un errore grossolano di Soumaoro, intercettando un pallone di Abraham che aveva tutte le caratteristiche per potere fare male al Bologna. Al 25’ a provarci è Mkhitaryan, che dopo una ripartenza della Roma ha la strada spianata a causa della scivolata di Sansone al limite dell’area: il tiro dell’armeno, però, trova reattivo Skorupski, che para e salva i suoi. La Roma continua a produrre, difettando nella mira: alla mezzora il destro su punizione di Abraham sibila vicino al palo, senza però trovare lo specchio; Mihajlovic aggiusta i suoi inserendo il rientrante De Silvestri per uno Skov Olsen che, minuto dopo minuto, iniziava ad avvertire la stanchezza. Al 41’ Abraham trova nuovamente sulla sua strada un attento Skorupski, che respinge la conclusione da dentro l’area dell’inglese. Nel finale c’è spazio anche per Vignato e Orsolini, per far rifiatare Barrow e Dominguez; nel secondo dei cinque minuti di recupero brivido enorme per il Bologna, con Theate e Skorupski che rischiano la frittata. Le uova, però, restano nel paniere: il Bologna esce dal Dall’Ara con tre punti d’oro.

Il tabellino della gara

Bologna – Roma 1-0
Bologna (3-5-2): Skorupski; Soumaoro, Medel, Theate; Skov Olsen (35’ st De Silvestri), Soriano, Dominguez (45’ st Vignato), Svanberg, Hickey; Arnautovic (17’ pt Sansone), Barrow (45’ st Orsolini). Allenatore: Mihajlovic. A disposizione: Bardi, Bagnolini, Binks, Dijks, Viola, van Hooijdonk, Santander, Cangiano.
Roma (3-5-2): Rui Patricio; Mancini (28’ st Vina), Smalling, Ibanez; Karsdorp, Veretout (19’ st Cristante), Diawara (1’ st Perez), Mkhitaryan, El Shaarawy (7’ st Shomurodov); Zaniolo, Abraham. Allenatore: Mourinho. A disposizione: Fuzato, Boer, Kumbulla, Calafiori, Reynolds, Darboe, Bove, Zalewski.
Marcatori: 35’ pt Svanberg (B).
Ammoniti: al 38’ pt Soriano (B), al 46’ pt Abraham (R), al 14 st Perez (R), al 27’ st Zaniolo (R), al 47’ st Karsdorp (R), al 47’ Sansone (B).
Note: recupero 3’ pt e 5’ st. Spettatori 15780.
Arbitro: Pairetto di Nichelino.





Rivivi le emozioni del match