Roma-Bologna, la rete di Kolarov su rigore (Ansa)
Roma-Bologna, la rete di Kolarov su rigore (Ansa)

Bologna,18 febbraio 2019 – Ci prova il Bologna, ma all’Olimpico, dopo un primo tempo di sofferenza, è la Roma a vincere: a Di Francesco bastano, nella ripresa, i gol di Kolarov su rigore e di Fazio, ma i primi 45 minuti dei rossoblù di Mihajlovic sono da applausi, con intensità e tante possibili azioni da gol.

LEGGI ANCHE Mihajlovic: "Sconfitta assurda"

A chiudere la porta ad ogni possibile avanzata rossoblù ci pensa Olsen, oggi in stato di grazia, mentre non serve a nulla il gol di Sansone nel secondo tempo, il primo con la sua nuova maglia: i rossoblù, in virtù dei risultati del weekend appena concluso, rimangono terzultimi a meno tre dall’Empoli. Mihajlovic perde la sua prima partita da quando è tornato al Bologna ma non c’è tempo per piangere: domenica al Dall’Ara arriva la Juventus. 

Di Francesco conferma il 4-3-3 annunciato già alla vigilia, spostando Zaniolo nel tridente d’attacco con Dzeko e Kluivert, preferito ad El Shaarawy. Mihajlovic sceglie Helander al fianco di Danilo, con Mbaye terzino sinistro. In avanti Edera e Sansone sulle corsie offensive di attacco a sostegno di Santander, con Soriano pronto a inserirsi tra le maglie giallorosse. 

ROMA-BO_37089953_212410

La prima occasione la porta proprio il Bologna di Mihajlovic, fischiato soprattutto nel prepartita dai tifosi romanisti, da Roberto Soriano che, all’ottavo, scarica un violento destro che Olsen devia in angolo. Un paio di minuti più tardi rischia tantissimo il Bologna, con Pulgar che sbaglia il disimpegno e Danilo che è costretto ad abbattere Zaniolo che si stava involando verso Skorupski, meritandosi il giallo.

A metà primo tempo, dopo una decina di minuti di forcing da parte dei giallorossi, il Bologna torna ad affacciarsi dalle parti di Olsen ma il contropiede finalizzato da Soriano e ben condotto da Edera non riesce a concretizzarsi. Poi, dal nulla, il Bologna crea la palla giusta per il vantaggio: Pulgar batte velocemente una punizione dal centro del campo in direzione Santander che, di petto, fa la sponda per l’accorrente Sansone: l’esterno arriva in corsa ma il tiro dell’ex Villareal da pochi passi viene respinto dal portiere giallorosso, decisivo per la seconda volta nella prima frazione. La terza parata miracolosa arriva neanche cinque minuti sulla conclusione a botta sicura di Edera, con il portiere svedese che pochi istanti prima aveva salvato tutto su un cross velenoso di Poli. A primo tempo ormai scaduto il possibile vantaggio rossoblù, con il pericolo portato ancora una volta da Soriano, si infrange contro la traversa, con Olsen immobile. 

Di Francesco corre ai ripari a inizio ripresa: giù uno spento Cristante e spazio ad El Shaarawy, con Zaniolo che passa a fare il trequartista; in neanche otto minuti, dopo un contrasto tra il neo entrato ed Helander in area di rigore, la Roma si guadagna la possibilità di andare al dischetto con Di Bello che dopo un rapido consulto conferma la decisione del Var: dal dischetto va Kolarov che spiazza Skorupski e porta a sette le sue marcature in campionato.

Dopo due minuti Olsen risponde nuovamente presente sul tiro da fuori area di Poli deviato da Nzonzi e, sull’azione successiva targata Roma, è Skorupski a dire di no a Zaniolo, rimanendo in piedi fino all’ultimo. Mihajlovic prova a sparigliare le carte inserendo Svanberg alto a destra al posto di uno spento Edera, e togliendo un esausto Poli per Dzemaili ma la definitiva mazzata arriva al minuto 28: spizzata di De Rossi per Fazio che, tutto solo sugli sviluppi di corner, riesce ad incrociare e a raddoppiare per i suoi, mettendo la partita in cassaforte. A sei dal termine la riapre Sansone, capace di tagliare come burro la difesa giallorossa e di dimezzare il vantaggio, con Di Bello che convalida nonostante il fuorigioco di Svanberg, ritenuto non passibile di annullamento. 

 

Il tabellino della gara 

Roma-Bologna 2-1

Roma (4-3-3): Olsen; Florenzi (38’ st Santon), Manolas, Fazio, Kolarov; Pellegrini, Nzonzi, Cristante (1’ st El Shaarawy); Zaniolo, Dzeko, Kluivert (23’ st De Rossi). A disposizione: Fuzato, Mirante, Jesus, Marcano, Coric, Pastore, Perotti, Celar. Allenatore: E. Di Francesco. 

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; Mbaye, Danilo, Helander, Dijks; Pulgar (30’ st Falcinelli), Poli (27’ st Dzemaili); Edera (21’ st Svanberg), Soriano, Sansone; Santander. A disposizione: Da Costa, Santurro, Paz, Corbo, Calabresi, Nagy, Krejcì, Donsah, Valencia. Allenatore: S. Mihajlovic. 

Reti: 10’ st rig. Kolarov (R), 28’ st Fazio (R), 39’ st Sansone (B) 

Ammoniti: Danilo (B), Pulgar (B), Cristante (R), Florenzi (R), Edera (B), Dijks (B), Manolas (R) 

Note: Recupero: 1’ pt, 4’ st. Arbitro: Di Bello di Brindisi. 
 

Risultati e classifica aggiornata

Rivivi la diretta del match