Quotidiano Nazionale logo
11 apr 2022

Bologna Sampdoria 2-0 con super Arnautovic

Serie A, il successo torna in casa rossoblù dopo quasi due mesi. Nella ripresa la doppietta dell'attaccante: "Vittoria per Mihajlovic"

giacomo guizzardi
Sport
BOLOGNA  SAMPDORIA  goal Bologna's Marko Arnautovi??
Bologna, doppietta di Arnautivic contro la Samp (FotoSchicchi)

Bologna, 11 aprile 2022 – Quasi due mesi dopo l’ultima volta, il Bologna torna alla vittoria e lo fa nel segno di Arnautovic, che con una doppietta stende la Sampdoria e sale così a quota 11 reti in campionato, agganciando il Mattia Destro della stagione 2016/2017.

Gara ben giocata dal Bologna di Mihajlovic (“Guerrieri si diventa senza arrendersi mai” recita lo striscione a lui dedicato), che oltre alle due reti segnate dal numero 9 ha anche la possibilità di arrotondare il risultato, ma le traverse non sorridono ad Arnautovic prima e a Sansone poi.

Dopo il pareggio contro il Milan secondo risultato utile di fila e seconda gara consecutiva con la porta di Skorupski, oggi molto attento, che non viene violata dai tentativi avversari.

Il Bologna sale così a quota 37 punti in classifica, a meno due dal Torino, e si prepara nel migliore dei modi alla gara di sabato prossimo contro la Juventus. Apprensione per Dominguez, rimasto a terra a fine gara: da capire le condizioni dell'argentino, rialzatosi dopo qualche minuto. 

La partita

Per la seconda volta consecutiva nessun italiano dall’inizio nel Bologna, e dunque centrocampo con Aebischer, Schouten e Svanberg e Barrow al fianco di Arnautovic. Nella Samp c’è spazio per l’ex rossoblù Ferrari, mentre in avanti Sabiri e Caputo sono supportati dalle geometrie di Sensi.

La prima occasione del match è per i padroni di casa: Barrow spacca la Samp in due, serve Arnautovic che, dopo aver vinto il contrasto con Ferrari, calcia in porta, trovando la pronta risposta di Audero. I guantoni del portiere della Sampdoria non si sporcano, invece, poco dopo, quando Barrow raccoglie la sponda di Arnautovic e calcia in porta di prima: palla alta di poco.

Alla mezz’ora, dopo lo spavento che ha visto protagonista Medel, con il cileno che ha rischiato di uscire anzitempo dalla partita dopo un contrasto con Thorsby, il Bologna torna a bussare dalle parti di Audero: Hickey inizia l’azione e ha il merito di concluderla con un mancino a giro che, dopo una finta del terzino scozzese, si spegne però sul fondo da buona posizione. La Samp non riesce a sfondare, il Bologna si dimostra maggiormente in partita: ma il primo tempo termina sullo 0 a 0 senza che nessuna delle due squadre riesca a sbloccarla.

Ripresa al via con un Soriano in più tra le fila del Bologna e uno Svanberg in meno, ma la sorpresa rischia di farla la Samp: lancio dalle retrovie per Caputo, l’ex Sassuolo sfugge a Soumaoro ma è bravo Skorupski a opporsi.
Si rivede, quasi tre mesi dopo l’ultima volta, Nicolas Dominguez, che al 15’ entra al posto di Aebischer: ovazione da parte della curva per l’argentino. E, un minuto dopo, ecco il gol che sblocca la gara: cambio di gioco di Hickey per Dijks, l’olandese la mette in mezzo e, dopo il tocco di Audero, è Arnautovic il più veloce di tutti, recapitando in porta, da pochi centimetri, il gol che vale l’1 a 0 e che porta l’austriaco in doppia cifra.

Giampaolo va all’attacco e inserisce Quagliarella per Rincon, aumentando il peso offensivo dei suoi, ma è ancora una volta il Bologna la squadra più pericolosa in campo: pallone per Arnautovic, il 9 si gira su sé stesso e tenta la conclusione col mancino, trovando il legno ad attenderlo, salvifico per Audero e la Samp, maledetto per ‘Arna’ e i suoi. Un minuto dopo, altro legno: Arnautovic lancia nello spazio Sansone, che a tu per tu con Audero supera il portiere ma trova la traversa ad attenderlo, con la Samp che si salva e mette in corner. Bologna a un passo dal raddoppio nel giro di un minuto, ma le traverse sputano fuori le conclusioni degli avanti rossoblù.

Raddoppio che arriva, ancora una volta con Arnautovic, al 31’: il numero 9 fa scattare Dijks sulla sinistra, l’olandese restituisce immediatamente palla al suo centravanti che, raccolta la sfera dopo l’intervento di Yoshida, è lucido nel saltare un uomo e battere Audero.

Nel finale sempre Arnautovic ha la possibilità di segnare una tripletta: l’intervento in scivolata di Colley, al momento del tiro, non permette all’austriaco di ritoccare il suo score. Al Dall’Ara finisce 2 a 0, secondo risultato utile consecutivo per il Bologna.

Preoccupazione per Dominguez, rimasto dolorante a terra. Da valutare le sue condizioni.

Il tabellino della gara

Bologna – Sampdoria 2-0
Bologna (3-5-2): Skorupski; Soumaoro, Medel (29’ st Bonifazi), Theate; Hickey, Aebischer (15’ st Dominguez), Schouten, Svanberg (1’ st Soriano), Dijks; Arnautovic, Barrow (15’ st Sansone). Allenatore: Mihajlovic (in panchina Tanjga). A disposizione: Bardi, Binks, Kasius, Mbaye, Viola, Vignato, Orsolini, Falcinelli.
Sampdoria (4-3-1-2): Audero; Bereszynski, Ferrari (15’ st Yoshida), Colley, Murru (35’ st Augello); Candreva (35’ st Vieira), Rincon (22’ st Quagliarella), Thorsby; Sensi; Sabiri, Caputo. Allenatore: Giampaolo. A disposizione: Ravaglia, Falcone, Somma, Magnani, Trimboli, Askildsen, Supryaga.
Marcatori: 16’ st Arnautovic (B), 31’ st Arnautovic (B).
Ammoniti: al 10’ pt Sabiri (S), al 28’ pt Svanberg (B), al 15’ st Ferrari (S).
Note: angoli 6-0. Fuorigioco 2-5. Recupero 3’ – 3’.
Arbitro: Pairetto di Nichelino.

Arnautovic: "Vittoria per Mihajlovic"

"Io segno grazie alla squadra. Il Bologna non è solo Arnautovic". Queste le parole di Marko Arnautovic ai microfoni di Sky Sport dopo la vittoria del Bologna sulla Sampdoria. "Abbiamo fatto una gran partita questa sera. Sono un po' arrabbiato per averne anche sbagliati di gol, oltre a quelli che ho fatto. Penso che dalla partita contro il Milan a oggi abbiamo mostrato carattere. Questo match lo abbiamo giocato per Mihajlovic e stiamo facendo il possibile per lui. Lo vedo come un fratello e un padre. Parla tanto con me e mi dà l'energia per fare partite come questa. Ora ci godiamo questi 3 punti prima di pensare alla Juventus".

"Arnautovic è uno dei calciatori che entrerà nella storia di questa società - dice dell'attaccante austriaco il direttore sportivo del Bologna, Riccardo Bigon - Tra qualche anno si capirà cosa avrà lasciato a questa squadra. Erano 3 o 4 gare che stava giocando molto bene. Sarà un pilastro del Bologna anche nelle prossime stagioni. Il nostro obiettivo è lottare per restare nella parte sinistra della classifica o comunque provare a fare più punti dell'anno scorso. Ci sono ancora 21 punti a disposizione e proveremo a fare il massimo. Ora abbiamo consolidato una situazione molto tranquilla".

Queste invece le parole di Emilio De Leo, intervenuto a fine partita in conferenza stampa: "Ottima gara, finalmente siamo stati cinici sotto porta anche se non abbiamo capitalizzato tutte le occasioni avute. Il risultato sarebbe potuto essere anche più ampio. In particolare nel secondo tempo abbiamo trovato gli spazi che ci servivano per essere pericolosi. Stiamo trovando gli equilibri giusti, la squadra è coinvolta e sta bene in campo. Nel post partita sono arrivati i complimenti di Sinisa. Ci fa molto piacere sapere di regalargli qualche momento di serenità in questo momento".

Bologna Sampdoria, rivivi la cronaca 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?