Bologna, 23 luglio 2019 – Bologna e Andreas Skov Olsen, capitolo secondo. Il talentino danese classe 1999, proveniente dal Nordsjaelland e che già aveva sostenuto una parte di visite mediche prima della partenza dei rossoblù per Castelrotto, circa due settimane fa, quest’oggi è tornato nel capoluogo emiliano. Atterrato al ‘Marconi’ nel primissimo pomeriggio, si è recato all’Isokinetic, dal centro è uscito solamente poco dopo le 19, dopo gli ultimi controlli. Ultime visite completate per l’esterno offensivo quindi che, accompagnato dal suo agente, dovrebbe (questa volta per davvero) diventare un nuovo giocatore del Bologna. al Nordsjaelland circa sei milioni di euro, per Skov Olsen è pronto un contratto quinquennale da 800mila euro l’anno.

Intanto a Casteldebole è andato in scena il primo allenamento post-Castelrotto, e soprattutto la prima sgambata al 'Niccolò Galli' dopo che il mondo calcistico è venuto a conoscenza della malattia contro la quale sta lottando Sinisa Mihajlovic.

Seduta di allenamento, prettamente atletica, alla quale hanno risposto presente più di 200 tifosi, accorsi anche per vedere all’opera Takehiro Tomiyasu, presentato oggi, e gli altri componenti della rosa, che giovedì ripartiranno alla volta di Neustift.

Per Federico Santander, rientrato dopo le fatiche in Copa America, solamente allenamento in palestra, mentre Jerdy Schouten ha proseguito con le terapie.

Domani il Bologna tornerà al lavoro per una doppia seduta: allenamenti in programma alle 10 e alle 18 a Casteldebole.

g. g.