A destra, il chiarman del Bologna Joey Saputo (FotoSchicchi)
A destra, il chiarman del Bologna Joey Saputo (FotoSchicchi)

Bologna, 17 aprile 2021 –  Torna a vincere il Bologna, e lo fa schiacciando per 4 a 1, tra le mura amiche, lo Spezia. A decidere, sotto gli occhi di Joey Saputo – tornato in città 14 mesi dopo l’ultima volta – sono le reti di Orsolini (su rigore) e di Barrow, con la doppietta di Svanberg che ha reso più dolce il pomeriggio a Mihajlovic. Il tecnico serbo, squalificato, ha seguito la gara dalla tribuna, delegando il compito ‘dal campo’ a Tanjga e De Leo.

Classifica - Calendario e risultati

I rossoblù salgono quindi a 37 punti e si preparano alla sfida di mercoledì, contro il Torino, con un umore diverso rispetto a quello delle ultimissime settimane. Bologna cinico e non sprecone, una versione diversa rispetto a quella vista nell’ultimo periodo: rossoblù cattivi sotto porta e vogliosi di andarsi a prendere i tre punti. Le parole di Mihajlovic, alla vigilia, sono state rispettate.

Formazioni. Mihajlovic squalificato, e costretto a seguire la partita dalla tribuna. Svanberg ancora una volta preferito a Dominguez, mentre in attacco Orsolini ritrova la maglia da titolare. Palacio nuovamente schierato prima punta, con Italiano che in difesa dà fiducia a Ismajli ed Erlic, mentre in avanti c’è Nzola.

La partita. La prima vera e grossa chance la ha al 10’ Orsolini che, ben imbeccato da Schouten, è troppo lento nel tirare da buona posizione, con l’intervento provvidenziale di Erlic. Ma la sorte sorride al Bologna neanche un minuto dopo, con il tocco di mano, ingenuo, di Bastoni che manda proprio lo stesso Orsolini sul dischetto: mancino potente e gol, con il classe 1997 che, nell’esultare, si scrolla di dosso le critiche ricevute nelle ultime settimane.

Gancio e montante: al 18’ Soriano inventa una gran giocata per Schouten, che scappa verso Provedel e, al momento giusto, serve un pallone facile facile per Barrow, che aveva seguito l’olandese e che si fa trovare pronto per il tap-in.

Lo Spezia accelera i ritmi e, in modo fortuito, trova il 2 a 1 grazie alla deviazione di Ismajli che, da calcio d’angolo, trova in maniera fortunata la rete che dimezza lo svantaggio, a 10’ dal termine del primo tempo. Sull’azione seguente illuminante il pallone di Svanberg per Barrow, che coglie il palo con un tiro di prima intenzione, senza che nessuno dei suoi compagni riesca a ribadire in rete: i primi 45’ vanno in archivio, dopo tre gol segnati, e con una partita che si mantiene viva.

Lo Spezia approccia meglio il secondo tempo, spostandosi stabilmente nella metà campo del Bologna: ma non basta. Al 10’, infatti, il Bologna si mostra come non mai cinico, trovando la terza rete di giornata sfruttando bene uno schema da calcio d’angolo, rifinito dalla torre di Danilo e concluso dalla rete di Svanberg.

Ma al Bologna non basta, ed esagera: calcio d’angolo di Barrow al quarto d’ora, ancora una volta Svanberg trova l’impatto di testa sfuggendo ad un – quest’oggi – distratto Bastoni.

Il mai sazio Bologna si fa vedere, pericolosamente, dalle parti di Provedel al 20’, con Orsolini protagonista di una bellissima azione che si conclude, suo malgrado, con un mancino splendido sulla traversa, con il legno che impedisce la seconda doppietta di giornata.

Il Bologna inizia a guardare anche alla prossima partita e nel finale, con Tanjga e De Leo in panchina, la scelta è quella di far tirare il fiato a molti giocatori, con Soriano e De Silvestri, in primis, che lasciano il campo a Sansone e Mbaye: finisce 4 a 1 al Dall’Ara, i rossoblù fanno gestione nel finale e si portano a casa tre punti d’oro, soprattutto meritati.
 

Bologna Spezia 4-1, tabellino

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; De Silvestri (36’ st Mbaye), Danilo, Soumaoro, Dijks (42’ st Antov); Schouten, Svanberg (21’ st Dominguez); Orsolini (21’ st Skov Olsen), Soriano (36’ st Sansone), Barrow; Palacio. Allenatore: Mihajlovic (in panchina Tanjga). A disposizione: Da Costa, Ravaglia, Baldursson, Faragò, Juwara, Poli, Vignato.
Spezia (4-3-3): Provedel; Vignali, Ismajli, Erlic (34’ st Terzi), Bastoni (34’ st Marchizza); Maggiore, Ricci, Leo Sena (20’ st Acampora); Gyasi (38’ st Piccoli), Nzola, Verde (20’ st Agudelo). Allenatore: Italiano. A disposizione: Zoet, Agoume, Chabot, Estevez, Farias, Ferrer, Pobega.
Reti: 12’ pt rig. Orsolini (B), 18’ pt Barrow (B), 35’ pt Ismajli (S), 10’ st Svanberg (B), 15’ st Svanberg (B)
Ammoniti: al 36’ pt Bastoni (S), al 39’ pt Soumaoro (B)
Note: recupero 1’ pt e 0' st. 
Arbitro: Piccinini di Forlì.




Rivivi la cronaca